Musso ha ritrovato la fiducia e l’Argentina

Fabrizio Carcano |

Un portiere ritrovato, un portiere rivalutato. Juan Agustin Musso domenica è volato dall’altra parte del mondo per rispondere alla convocazione della sua Argentina, impegnata in un doppio confronto contro Ecuador e Bolivia. Il 29enne portiere nerazzurro non veniva convocato da un anno dalla Seleccion. Un ritorno in AlbiCeleste coinciso con il ritorno tra i pali atalantini. 

Gian Piero Gasperini lo ha rilanciato, lui ha risposto presente sul campo con una grande prova contro il Sassuolo e due partite attente contro Frosinone (incolpevole sui gol) e Monza (nel primo tempo ha fatto due buoni interventi) e il ct Scaloni lo ha riportato nel gruppo dei campioni del mondo e del Sud America. Un anno fa Musso aveva già in tasca il biglietto per il Qatar, sarebbe stato il secondo al Mondiale, poi l’infortunio all’Olimpico contro la Roma, lo zigomo in frantumi, un intervento chirurgico e sei settimane fermo. Stop troppo lungo per Scaloni che ha preferito puntare su altri portieri. Musso in Qatar è andato, per la finale, in tribuna, ha festeggiato con i compagni nello spogliatoio ma senza essere ‘campeon’. Una botta non da poco, che probabilmente ha inciso nel calo di rendimento che da aprile ha portato Gasperini a retrocederlo a secondo, preferendogli uno Sportiello con la valigia già pronta e l’addio già annunciato. In estate sembrava sicuro il sorpasso di Carnesecchi ma Gasperini, già dal ritiro a Clusone, aveva fatto capire di voler puntare ancora su Musso. Gli ha restituito fiducia e serenità, il resto lo ha fatto lui, portiere di talento e ormai anche di esperienza, alla sua sesta stagione italiana dopo il triennio all’Udinese, alla terza annata a Bergamo. Musso è tornato ad essere un punto di forza, a trasmettere sicurezza al reparto arretrato, ad essere decisivo. Un’altra scommessa vinta da Gasp, che pur avendolo messo in panchina la scorsa primavera, non ha mai smesso di credere nel valore di questo portiere.

Juan Musso, che ha saltato il mondiale vinto dall’Argentina, è stato convocato nuovamente in Nazionale per il doppio confronto contro Ecuador e Bolivia (Ph: Alberto Mariani)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Semifinale di Europa League a un passo

Eugenio Sorrentino |
17 Aprile 2024
“L’Atalanta gioca in tre competizioni e ci auguriamo che continui ad essere impegnata su tre fronti il mese di maggio”. Non è stato l’incipit di Gi...

La Dea domina e spreca rimontata dal Verona

Eugenio Sorrentino |
15 Aprile 2024
Un punto invece di tre. L’Atalanta spreca quanto di buono fatto nella prima parte di gara, con una prestazione degna di quanto visto a Liverpool in...

Gasperini non cerca alibi ma sprona ad andare a...

Fabrizio Carcano |
15 Aprile 2024
Giocando tante partite ravvicinate qualcosa si lascia per strada, qualche punto si perde per strada. Gian Piero Gasperini non gira intorno ai disco...