Musso rivuole le porte di Atalanta e Argentina

Federica Sorrentino |

Juan Musso dovrebbe averne per almeno 45 giorni dopo essere stato sottoposto ad “intervento di riduzione e contenzione con placche e viti di frattura scomposta del complesso orbitario/mascellare di destra”. L’ intervento, effettuato presso la clinica Villa Stuart di Roma ed eseguito dal Prof. Bruno Andrea Pesucci e dal Dott. Vincenzo Marcelli, è perfettamente riuscito – ha comunicato l’Atalanta. Era apparso subito chiaro che lo scontro di gioco fortuito con Demiral, che ha inzuccato lo zigomo destro del portiere, aveva avuto conseguenze più gravi di una semplice tumefazione al volto. Musso dovrà imparare a convivere con l’esito di questa frattura al volto, che chirurgicamente ricomposta, per un portiere esposto al contatto con gli avversari, come d’altronde qualsiasi giocatore, non è il massimo. L’infortunio ha ricordato quanto accadde nel novembre 2021 a San Sito nel match tra Inter e Napoli, quando l’attaccante del Napoli, Victor Osimhen, si scontrò col difensore dell’Inter, Milan Skriniar e da allora gioca con una maschera protettiva sul volto. Non sappiamo se sarà questo il destino di Juan Musso, felice per essere diventato papà il 7 settembre scorso. Passato lo spavento per il trauma cranico, l’augurio è quello di rivederlo presto tra i pali. Magari, riconvocato per Atalanta-Inter del 13 novembre, gara che precede la lunga pausa di campionato per lasciare spazio ai mondiali. Manifestazione in cui non ci sarà l’Italia, ma l’Argentina sì. E Musso è tra i portieri che il mondiale spera proprio di giocarlo.

L’uscita dal campo di Juan Musso, confortato da Demiral con cui si è scontrato (Ph: A. Mariani)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Semifinale di Europa League a un passo

Eugenio Sorrentino |
17 Aprile 2024
“L’Atalanta gioca in tre competizioni e ci auguriamo che continui ad essere impegnata su tre fronti il mese di maggio”. Non è stato l’incipit di Gi...

La Dea domina e spreca rimontata dal Verona

Eugenio Sorrentino |
15 Aprile 2024
Un punto invece di tre. L’Atalanta spreca quanto di buono fatto nella prima parte di gara, con una prestazione degna di quanto visto a Liverpool in...

Gasperini non cerca alibi ma sprona ad andare a...

Fabrizio Carcano |
15 Aprile 2024
Giocando tante partite ravvicinate qualcosa si lascia per strada, qualche punto si perde per strada. Gian Piero Gasperini non gira intorno ai disco...