Occhi puntati su Zapata

Fabio Gennari |

L’Atalanta di Gasperini, dopo la sosta per le Nazionali in cui sono impegnati 12 giocatori della rosa, affronterà a Bergamo la Fiorentina di Italiano. Si tratta di un confronto importante, la squadra orobica spera di arrivarci con più effettivi a disposizione rispetto alle ultime uscite e il riferimento principale, ovviamente, è a Duvan Zapata. Fuori da una ventina di giorni dopo il fastidio muscolare accusato con il Torino, il colombiano sta seguendo un programma personalizzato e tutto lascia pensare che tra Fiorentina e Udinese possa tornare tra i convocati. Sarebbe una notizia importante, ora in attacco si alternano il danese Hojlund e l’altro colombiano Muriel, nelle ultime 8 partite di questo 2022 avere anche Zapata a disposizione potrebbe fare grande differenza. 
Il discorso è simile anche per gli altri acciaccati, Zappacosta e Zortea sembrano vicini al ritorno in campo e anche in questo caso la loro presenza tra i convocati non può far altro che aumentare (quindi alimentare una situazione favorevole) il numero giocatori tra cui Gasperini potrebbe scegliere nelle prossime partite. Al netto, ovviamente, delle condizioni di Koopmeiners, il quale nel primo minuto del match tra Polonia e Olande ha riportato un trauma cranico, da cui dovrebbe riprendersi presto. Il tecnico atalantino non ama le rose particolarmente ampie ma, nei fatti, fino a questo momento è stato protagonista di una proposta calcistica efficace e che ha coinvolto tantissimi elementi anche tra i titolari. Tutti i componenti della rosa tranne Rossi e Palomino (2 su 25) hanno già collezionato almeno una presenza con addirittura 18 giocatori di movimento su 21 che nelle prime 7 giornate hanno trovato almeno una volta il posto da titolare. 
Se si escludono gli esterni Zortea e Ruggeri e l’attaccante Boga, tutti i calciatori che compongono il gruppo a disposizione del tecnico di Grugliasco sono stati schierati da titolari. È una scelta importante quella portata avanti da mister Gasperini, sfruttare così tanto la profondità della propria rosa significa puntare su diversi giocatori e, visto il primo posto in classifica, i risultati sono assolutamente dalla parte del tecnico orobico. Nelle prossime settimane non è escluso che il numero possa salire ancora e se si aggiungono alla lista anche i portieri Musso e Sportiello (che scenderà in campo per sostituire l’argentino infortunato) il totale sale a 20 calciatori su 25 (compreso Palomino mai stato disponibile per la questione doping) che hanno giocato dall’inizio. 
Il coinvolgimento di tutta la rosa sarà ancora più importante quando ci sarà la sosta di fine anno per il Mondiale. Attualmente i campionati sono fermi per le gare di Nations League e un po’ di amichevoli, a Zingonia si stanno allenando in pochissimi ma il vantaggio è che non ci saranno particolari spremiture sui calciatori della Dea e che nemmeno sono previsti ritorni a Bergamo troppo a ridosso del campionato. La maggior parte dei calciatori convocati farà rientro a Bergamo per martedì 27 o al massimo mercoledì 28 settembre: uno degli ultimi sarà Lookman che gioca in amichevole con la Nigeria in Algeria il 27 settembre e farà rientro in città subito dopo. 

I danesi Hojlund e Maehle, etrambi convocati in nazionale (credits: atalanta.it)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Atalanta conti in attivo e affari con tutti

Fabio Gennari |
7 Dicembre 2022
Grassi al Napoli, Bonaventura, Conti e Kessie al Milan, Gagliardini e Bastoni all’Inter, Caldara e Kulusevskyi alla Juventus, Cristante e Man...

Josè Luis Palomino l’uomo in più

Fabio Gennari |
3 Dicembre 2022
Il primo acquisto di gennaio dell’Atalanta, a costo zero, è Josè Luis Palomino. Il ritorno del Tucumano, già avvenuto da titolare contro l...

Atalantini Oranje agli ottavi in Qatar

Redazione |
29 Novembre 2022
Primi due atalantini agli ottavi di finale del mondiale in Qatar. Sono Marten de Roon e Teun Koopmeiners, il primo partito titolare nell’Olanda che...