Operazione recuperi in ottica Lipsia

Redazione |

Ci prova Toloi, ci spera Freuler, ci pensa Djimsiti. Ma a 48 ore dal fischio d’inizio della gara di ritorno con il Lipsia, per il passaggio alle semifinali di Europa League, sono tenue le speranze che possano essere nella formazione iniziale. Mai dire mai, ma l’uscita di Rafael Toloi anzitempo nel match di Reggio Emilia con il Sassuolo ha evidenziato il riacutizzarsi del problema che lo ha afflitto al flessore destro. Dopo avere saltato tre partite (Bologna, Napoli e Lipsia), rischia di dover rinunciare ancora a incontrare i tedeschi. Mai dire mai, e infatti Remo Freuler ce la mette tutta per superare gli effetti dell’elongazione al flessore destro, mentre Djimsiti, alle prese con la lussazione dell’acromion claveare, sarebbe disposto a scendere in campo anche con il tutore, ma il suo impiego appare un azzardo. Va detto che se Freuler e Toloi, a due giorni dal match con il Lipsia, hanno svolto allenamento differenziato, Djimsiti ha in parte lavorato con la squadra e in parte da solo. Out, invece, Mæhle, il quale si è dovuto sottoporre a operazione di appendicectomia.

Ecco, dunque, profilarsi l’alternativa tra l’impiego di Scalvini accanto a Demiral e Palomino e il ricorso alla difesa a quattro. De Roon in mediana dovrebbe fare coppia con Koopmeiners. Nel reparto avanzato, guidato da Duvan Zapata, dovrebbe tornare Malinovskyi.

Rafael Toloi, in azione con il Sassuolo, è in forte dubbio per il match con il Lipsia (credits: atalanta.it)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Occhi puntati su Zapata

Fabio Gennari |
23 Settembre 2022
L’Atalanta di Gasperini, dopo la sosta per le Nazionali in cui sono impegnati 12 giocatori della rosa, affronterà a Bergamo la Fiorentina di ...

Atalanta fucina di nazionali

Eugenio Sorrentino |
22 Settembre 2022
C’è il solo Rafael Toloi nella selezione azzurra di Roberto Mancini a rappresentare l’Atalanta. L’italo-brasiliano, campione europeo nel 2021, è ri...

Giorgio Scalvini marchio di qualità

Federica Sorrentino |
21 Settembre 2022
Giorgio Scalvini, 19 anni il prossimo 11 dicembre, è già più di un predestinato. Possiede già, oltre che piedi buoni e struttura fisica, intelligen...