Pasalic e Miranchuk ritorno al futuro

Fabio Gennari |

Con quelli segnati alla Salernitana, il bilancio totale dei gol segnati dagli attaccanti nerazzurri in campionato è salito a 22 reti sulle 28 complessive. Una percentuale estremamente significativa che nelle ultime sfide ha visto tra i protagonisti anche Aleksej Miranchuk (primo gol stagionale per lui contro i campani) e Mario Pasalic. Per la verità il croato si sta disimpegnando ottimamente da interno di centrocampo ma il concetto, opportunamente allargato dai marcatori agli uomini che permettono di considerare ancora più opzioni per mister Gasperini, è lo stesso: l’Atalanta in questa fase della stagione sta trovando risorse che saranno fondamentali per tenere botta sui tanti fronti che la vedono impegnata sia in Italia che in Europa. Mario Pasalic è l’unico atalantino di movimento ad aver giocato contro Milan, Rakow e Salernitana sempre da titolare e per quasi tutta la partita. Si badi bene, non è un dettaglio: il ragazzo ha il merito di non perdere mai la bussola ed è capace di farsi trovare pronto quando Gasperini lo chiama in causa. Già contro il Napoli si era mosso da interno con grandi risultati, ultimamente si sta confermando e non era affatto scontato: il fatto di averlo così “sul pezzo” anche in una posizione più vicina a quella del mediano che del centrocampista che si inserisce (o pure del centravanti) è una bella notizia anche pensando al mercato e alle alternative che la rosa ha a disposizione. 
Poco più avanti, il russo Miranchuk si sta disimpegnando molto bene e dopo la pessima prestazione di Torino contro i granata dello scorso 4 dicembre nelle successive 3 gare sono arrivati 2 assist (Milan e Rakow, sempre per Muriel), un gol e un palo (entrambi contro la Salernitana) a certificare che il ragazzo può essere molto prezioso. Garantire questo rendimento in un momento in cui Scamacca è ancora ai box (o comunque sta recuperando) rappresenta un merito per il giocatore e una fortuna per tecnico e gruppo: più sono gli elementi che si sentono parte del progetto e danno una mano, maggiori saranno le soluzioni a disposizione per la gestione di ogni sfumatura delle gare in programma. 

Mario Pasalic è tornato al gol ribaltando il risultato che vedeva l’Atalanta sotto di un gol con la Salernitana (credits: atalanta.it)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

La U23 piega la Pro Sesto e blinda il quinto posto

Fabrizio Carcano |
20 Aprile 2024
Dopo aver conquistato i playoff domenica scorsa, con due giornate di anticipo, l’Atalanta under23, nell’ultima gara casalinga di campionato, ha bli...

Europa League e Coppa Italia tutto è possibile

Fabrizio Carcano |
19 Aprile 2024
Davide vestito di nerazzurro sta battendo i giganti Golia delle metropoli del calcio internazionale. L’Atalanta vuole portare la provincia sul tron...

Atalanta in semifinale e Liverpool salva l'onore

Eugenio Sorrentino |
18 Aprile 2024
Al Gewiss Stadium, l’Atalanta ha riscritto la sua storia e aggiunto un nuovo, straordinario capitolo a quella del calcio italiano. Vola in semifina...