Pericolo diffida per la mediana Atalanta

Fabio Gennari |

C’è un tema diffidati in casa Atalanta. La squadra di Gasperini alla vigilia della sfida con la Salernitana deve fare i conti con la situazione disciplinare che coinvolge de Roon, Koopmeiners e Demiral. I due centrocampisti olandesi, in particolare, sono elementi preziosissimi per lo scacchiere orobico e la riprova è nei numeri: con 1.585 minuti in 17 partite, il numero 7 ex AZ Alkmaar è l’unico calciatore del gruppo che è sempre sceso in campo, appena dopo nella classifica stagionale c’è il veterano del gruppo maglia numero 15 che è a quota 15 presenze con 1.301 minuti giocati. 

Anche se la presenza di Ederson che ormai va considerato uno dei mediani a tutti gli effetti permette al tecnico di fare un po’ di rotazione, almeno ad inizio gara è difficile pensare che Gasperini rinunci a de Roon e Koopmeiners (anche solo a uno dei due) per evitare rischi in vista della Juventus. Siamo ancora a meno della metà del campionato e i 3 punti di domenica con la Salernitana pesano ugualmente parecchio nella corsa europea dei bergamaschi: con la Roma impegnata in casa con la Fiorentina e la Lazio che giocherà sul campo del Sassuolo, vincere domenica sarebbe molto importante. E due come de Roon e Koopmeiners sono centrali nel progetto tecnico della Dea. 

Discorso un po’ diverso per Demiral. Il turco a Bologna ha rivisto il campo dopo diverse settimane, nella partitella amichevole di mercoledì con il Mapello ha messo nelle gambe altri 80 minuti e si è mosso con disinvoltura quindi potrebbe anche trovare spazio dall’inizio con la Salernitana o, al più tardi, in Coppa Italia contro lo Spezia. Chiaramente parliamo di un ragazzo che, al top della forma, va considerato un top per questa Atalanta ma il reparto difensivo è al completo e con Toloi, Palomino, Scalvini, Okoli e Djimsiti a disposizione oltre al turco per Gasperini ci sono diverse possibilità di proporre in campo una formazione altamente competitiva. 

In generale, va ricordato che il tecnico della Dea non è molto propenso a valutare le situazioni di diffida come determinanti per le scelte. Soprattutto se si parla di una competizione che dura parecchio come il campionato e se non si è vicini alla fase decisiva: tutte le gare sono importanti e si affrontano con la miglior formazione possibile.

Koopmeiners è arrivato a quota 5 reti in questa stagione in A (Ph: A. Mariani)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Semifinale di Europa League a un passo

Eugenio Sorrentino |
17 Aprile 2024
“L’Atalanta gioca in tre competizioni e ci auguriamo che continui ad essere impegnata su tre fronti il mese di maggio”. Non è stato l’incipit di Gi...

La Dea domina e spreca rimontata dal Verona

Eugenio Sorrentino |
15 Aprile 2024
Un punto invece di tre. L’Atalanta spreca quanto di buono fatto nella prima parte di gara, con una prestazione degna di quanto visto a Liverpool in...

Gasperini non cerca alibi ma sprona ad andare a...

Fabrizio Carcano |
15 Aprile 2024
Giocando tante partite ravvicinate qualcosa si lascia per strada, qualche punto si perde per strada. Gian Piero Gasperini non gira intorno ai disco...