Primo successo in campionato per AlbinoLeffe

Fabio Garghentini |

Vince e convince l’Albinoleffe che conquista i suoi primi 3 punti di questo campionato battendo per 3 a 1 la Pro Patria. Ottima gara per i seriani che dopo aver faticato a trovare la rete nelle gare precedenti vincono agevolmente, creando diverse occasioni pericolose. Gli undici schierati in campo da mister Lopez sono Marietta tra i pali, Marchetti, Borghini e Milesi in difesa, a centrocampo Genevier, Doumbia, Zanini, Piccoli e Gusu mentre in attacco Zoma e Arrighini.

Grande primo tempo per la squadra di casa che dà la sensazione di poter chiudere la partita dopo soli 45 minuti. Il gol dell’1 a 0 arriva al settimo minuto con Zoma, bravo ad anticipare i difensori avversari e ad insaccare in rete sul bel cross di Gusu. Molto propositiva la squadra bergamasca, in particolare nei primi 25 minuti del primo tempo, Zoma e Arrighini si alternano parecchio sul fronte offensivo lasciando così pochi riferimenti alla retroguardia ospite che fatica a contenerli. I due, per la prima volta insieme dal primo minuto, sembrano intendersi bene e creano diversi pericoli là davanti. Il raddoppio per i bergamaschi arriva al 22’, dopo un bel corner è Arrighini che la spizza sul secondo palo dove Milesi insacca in due tempi. L’Albinoleffe sembra aver tutto sotto controllo ma è brava la Pro Patria a reagire, gli ospiti infatti non demordono e nell’ultimo quarto d’ora di primo tempo creano più di un pericolo alla squadra di casa. Un palo e una grande parata di Marietta mantengono il risultato inalterato e così la prima frazione termina sul risultato di 2 a 0.

Nel secondo tempo è ancora l’Albinoleffe che attacca con insistenza provando a chiudere il match, ci va vicina al minuto 53’ ma l’incrocio dei pali nega la gioia a Zanini. È proprio lui che al 61’ sigla il gol del 3 a 0 che mette una grossa ipoteca sulla vittoria finale; dopo una grande ripartenza di Zoma e un cross ben calibrato, Zanini la colpisce al volo non lasciando scampo a Mangano. Da qui in poi molto possesso palla dei padroni di casa che cercano così di congelare i ritmi della gara e gestire il triplice vantaggio. La Pro Patria prova a spingersi in avanti con qualche lancio lungo ma nonostante ciò sembra aver accusato il colpo dopo aver subito la terza rete. Il gol per gli ospiti arriva ma è ormai troppo tardi, al 92’ è Castelli a concludere in rete ma non c’è più tempo e l’arbitro fischia la fine dell’incontro. Grande prestazione dei ragazzi di mister Lopez che alla quarta di campionato trovano la prima vittoria, giocando un calcio offensivo e divertente. 

ALBINOLEFFE vs PRO PATRIA 3-1

MARCATORI: 7’ Zoma; 22’ Milesi; 61’ Zanini; 92’ Castelli 

ALBINOLEFFE (3-5-2): Marietta 6,5; Borghini 6; Marchetti 6; Milesi 6,5; Zanini 6,5 (79’ Muzio s.v); Genevier 6 (73’ Brentan 6); Doumbia 6; Piccoli 5,5 (62’ Saltarelli 6); Gusu 6,5; Arrighini 6,5 (73’ Longo 6); Zoma 8 (73’ Carletti 6)

PRO PATRIA (3-5-2) Mangano 6; Minelli 6; Vaghi 5,5; Moretti 5,5; Bertoni 5,5 (73’ Stanzani 6); Citterio 6 (73’ Ferri 6); Nicco 6 (62’ Mallamo 6); Renault 6 (82’ Piran s.v.); Ndrecka 5,5; Pitou 6,5 (62’ Castelli 6,5); Parker 5,5

ARBITRO: Sig. Silvia Gesperotti 5,5 

Zoma ha aperto le marcature spianando la strada al primo successo dell’AlbinoLeffe (credits: ufficio stampa AlbinoLeffe)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Scamacca con il 9 azzurro ringrazia Gasperini e...

Federica Sorrentino |
13 Giugno 2024
Nel ritiro della Nazionale italiana a Iserlohn, cittadina della Renania a pochi chilometri da Dortmund, che ospita il debutto degli azzurri a Euro ...

Niente gol ma Scamacca risponde bene a Spalletti

Eugenio Sorrentino |
9 Giugno 2024
Il Ct Spalletti fa le prove generali nella sua Empoli ottenendo un successo per 1-0 sulla Bosnia, ma soprattutto testando soluzioni e giocatori div...

Giorgio Altare salto in A e tuffo nella Laguna ...

Federico Errante |
3 Giugno 2024
“A dream on water” il claim scelto dal Venezia per celebrare il ritorno in serie A. Festeggiato “in water” da Giorgio Altar...