Rakow piegato con anima e coraggio

Eugenio Sorrentino |

Atalanta tutta anima e coraggio, quella vista all’opera contro i polacchi del Rakow Czestochowa, piegati per 2-0, risultato che le sta addirittura stretto. Anima perché i giocatori neroazzurri ce l’hanno messa tutta per sfornare una partita esemplare per continuità di gioco, lucidità e concentrazione. Coraggio perché Gasperini ha scelto la formula del tridente offensivo, rispondendo ai dubbi derivanti dall’assenza di Scamacca e ottenendo le risposte sperate in termini di occasioni da rete create a ripetizione.

L’Atalanta avrebbe potuto e dovuto concretizzare di più, ma tant’è. E’ stata la partita che ha consacrato De Ketelaere, vero ispiratore negli ultimi 20 metri e regista offensivo. Ma nel complesso è stata la prova di maturità che l’allenatore cercava per un rilancio europeo che possa aiutare a ritrovare i risultati anche in campionato.

La cronaca

Gli schieramenti di Atalanta e Rakow restano speculari, ma entrambi gli allenatori adottano il 3-4-3 rinunciando al trequartista avanzato. Gasperini rimette Musso tra i pali, riporta Scalvini a sinistra con Djimsiti centrale nel reparto difensivo completato da Toloi. Koopmeiners torna a fare coppia con De Roon in mediana, confermati Zappacosta e Ruggeri sulle fasce, trio d’attacco con De Ketelaere a destra, Muriel al centro e Lookman a sinistra.

L’Atalanta si rende pericolosa dopo 4’ con Muriel che riceve un lancio in profondità e da posizione decentrata costringe il portiere polacco a riparare in angolo. Di fronte ai polacchi, dotati di buon palleggio e subito aggressivi sui portatori di palla, la squadra di Gasperini prova a verticalizzare per innescare soprattutto la velocità di Lookman e Muriel, sui quali c’è puntuale raddoppio di marcatura. Una nuova occasione scaturisce al 18’ quando Lookman devia un rasoterra di Koopmeiners senza inquadrare la porta. Un minuto dopo assist di De Ketelaere per Lookman, il cui tiro a giro viene deviato oltre la traversa da Kovacevic. Dalle fasce laterali piovono cross in area polacca, ma nessuno è pronto a raccoglierli. Alla loro prima sortita, al 37’, polacchi pericolosi con Rundic che da ottima posizione raccoglie un cross di Sorescu ma manda alto di testa. Al 40’ saetta di sinistro dai 16 metri di De Ketelaere che Kovacevic respinge. Al 43’ Muriel arriva sbilanciato su cross di Ruggeri e il suo colpo di testa finisce fuori. Un minuto dopo la più bella azione del primo tempo, tutta in velocità, con De Ketelaere che lancia Muriel, sul cui diagonale si lancia Lookman che fa impennare il pallone oltra la traversa. La svolta a inizio ripresa, quando De Ketelaere raccoglie un cross di Zappacosta tra un nugolo di difensori e di testa insacca nell’angolo alla sinistra del portiere. Il gol ha il potere di aumentare l’intensità del gioco e aprire gli spazi a disposizione dell’Atalanta. L’occasione per raddoppiare capita al 9’, con una combinazione in velocità tra Muriel e Lookman, la cui botta rasoterra viene deviata in angolo da Kovacevic, e al 14’ con un assist di Muriel per Koopmeiners che mira alto davanti alla porta. Al 16’ prime sostituzioni nelle file del Rakow, mentre Gasperini richiama De Roon e Muriel per inserire Ederson e Miranchuk, che si posizione a destra con De Ketelaere al centro dell’attacco e Lookman a sinistra. Il raddoppio arriva ancora con un colpo di testa, stavolta segnato da Ederson che al 21’ raccoglie un cross di Ruggeri e manda il pallone all’incrocio dei pali. Al 25’ doppio cambio tra i polacchi. 

Intorno alla mezz’ora due colpi di testa ravvicinati di Djimsiti e De Ketelaere con salvataggi sulla linea, prima che Musso guadagni il voto in pagella opponendosi in uscita a Plavsic partito solo in contropiede. Al 31’ Zappacosta e Lookman lascia il posto a Holm e Pasalic. Prima del finale c’è ancora tempo per un’azione personale di De Ketelaere che calcia sull’esterno della rete e due conclusioni di Pasalic neutralizzate da Kovacevic.

ATALANTA – RAKOW CZESTOCHOWA 2-0

Atalanta (3-4-3): Musso 6 Toloi 6.5 Djimsiti 6.5 Scalvini 6 Zappacosta 7 (31’ st Holm 6) De Roon 6 (17’ st Ederson 6.5) Koopmeiners 6.5 Ruggeri 6.5 De Ketelaere 7.5 (45+2 st Bakker sv) Muriel 7 (17’ st Miranchuk 6) Lookman 6.5 (31’ st Pasalic 6). A disposizione: Carnesecchi, Rossi, Kolasinac, Palomino, Bonfanti, Zortea, Hateboer, Adopo. Allenatore: Gasperini

Rakow Czestochowa (3-4-3): Vladan Kovacevic 6 Racovitan 5 Adnan Kovacevic 5 Rundic 5 Sorescu 5 Papanikolaou 5 Berggren 5 Plasvic 5 (33’ st Jean Carlos Silva sv) Kochergin 5 (14’ st Cebula 5) Zwolinski 5 Yeboah 5 (14’ st Kittel 5). A disposizione: Tsiftsis, Lederman, Nowak, Piasecki. Allenatore: Szwarga

Arbitro: Reinshreiber (Israele) 6. Assistenti: Metzamber e Yakobov. IV Uomo: Leiba Var: Fritz (Ger) AVar: Bebek (Cro)

Marcatori: st 4’ De Ketelaere 21’ Ederson

Ammoniti: De Roon

Recupero: 1, 4

L’abbraccio a De Ketelaere, autore del gol del vantaggio a inizio ripresa (Ph: Alberto Mariani)

Photogallery Atalanta-Rakow Czestochowa 2-0 (Ph: Alberto Mariani)

Commento post partita Atalanta-Rakow Czestochowa 2-0 a cura di Federica Sorrentino

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Atalanta domina il Bologna e poi abdica

Eugenio Sorrentino |
3 Marzo 2024
In questa stagione il Bologna si conferma bestia nera dell’Atalanta, che vede capovolte le proprie aspirazioni di sorpasso in classifica, subendo u...

A Gasperini va stretto solo il risultato con il...

Fabrizio Carcano |
3 Marzo 2024
Questa volta Gian Piero Gasperini mastica amaro. Perché, per la seconda volta, a fronte di una prestazione positiva, la sua Atalanta esce sconfitta...

Gewiss Stadium sold out per il match con il Bol...

Eugenio Sorrentino |
2 Marzo 2024
Archiviate le cronache di San Siro, l’Atalanta ritrova l’atmosfera del Gewiss Stadium dove riceve il Bologna, che la precede di due lunghezze, per ...