Riecco il tabù rossonero

Redazione |

ATALANTA – MILAN

Nell’ultimo turno della passata stagione di serie A il Milan aveva battuto l’Atalanta negandole il secondo posto, che sarebbe stato il risultato migliore di sempre.

Il ritorno dei rossoneri di Pioli non è stata l’auspicata occasione di riscatto, perché è arrivata una nuova sconfitta casalinga, con la squadra di Gasperini ha reagito tardi e solo parzialmente ai tre gol al passivo quando scoccava la mezz’ora del secondo tempo.

A pesare sull’andamento del match la partenza a handicap con il gol lampo di Calabria, il quale si è inserito centralmente dopo il calcio d’inizio superando Musso quando la lancetta non aveva raggiunto i trenta secondi. Solo i primi venti minuti di gioco sono stati da vera Atalanta, capace di costruire tre azioni pericolose che non si sono trasformate in pareggio solo per la bravura del portiere rossonero Maignan.

Dopo l’infortunio muscolare di Pessina, che resterà a lungo indisponibile, il raddoppio di Tonali nel finale di primo tempo.

Gasperini ha affrontato la ripresa con Muriel e Ilicic al posto di Pessina e Malinovskyi, insieme a Zapata, il quale, dopo lo 0-3 di Leao, ha trasformato un penalty e servito in pieno recupero al subentrato Pasalic la palla del 2-3 finale.

Due gol serviti a rendere meno pesante la sconfitta, che resta pur sempre amara. 

Photocredits atalanta.it

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

L'Europa League all'Atalanta vittoria del merito

Eugenio Sorrentino |
22 Maggio 2024
La sollevano in tre la coppa. Djimsiti, in campo con la fascia di capitano, insieme ai due capitani di lungo corso Toloi e de Roon. Poi passata a G...

La Dea sull'Olimpo con l'Europa League

Eugenio Sorrentino |
22 Maggio 2024
Il cielo è nerazzurro atalantino sopra Dublino. L’Atalanta di Gasperini completa il capolavoro di una stagione che ha cambiato la storia della soci...

Botta e risposta nella pancia dello stadio di D...

Luciano Locatelli |
22 Maggio 2024
Nella sala stampa dello stadio di Dublino, Gian Piero Gasperini ha portato con se emozioni, soddisfazioni, consapevolezza di avere fatto qualcosa d...