Ripresa a Zingonia a ranghi ridotti

Federica Sorrentino |

La ripresa degli allenamenti al Centro Sportivo Bortolotti di Zingonia ha visto al lavoro solo quattro dei giocatori scesi in campo nel match con il Monza. Si tratta di Scamacca, Ederson, Zappacosta e Palomino, che si sono messi agli ordini di Gasperini insieme a Toloi, Bakker, Adopo, Muriel, Zortea e ai portieri Carnesecchi e Rossi. In gruppo anche Hateboer, che sta accelerando i tempi di ripresa dopo l’ operazione al crociato sette mesi fa, e il russo Miranchuk, che deve ritrovare la condizione per tornare convocabile.

Sono undici i giocatori che hanno risposto alle convocazioni delle rispettive nazionali. Nell’Albania Berat Djimsiti per Repubblica Ceca-Albania (7/9 a Praga) e Albania-Polonia (10/9 a Tirana). Nel Belgio Charles De Ketelaere per Azerbaijan-Belgio (9/9 a Baku) e Belgio-Estonia (12/9 a Bruxelles). Nella Bosnia ed Erzegovina Sead Kolašinac per Bosnia-Liechtestein (8/9 a Zenica) e Islanda-Bosnia (11/9 a Reykjavik). Nella Croazia Mario Pašalić per Lettonia-Croazia (8/9 a Rijeka) e Armenia-Croazia (11/9 a Yerevan). Nell’Italia Giorgio Scalvini per Macedonia del Nord-Italia (9/9 a Skopje) e Italia-Ucraina (12/9 a Milano). Nell’Olanda Marten de Roon e Teun Koopmeiners per Olanda-Grecia (7/9 ad Eindhoven) e Irlanda-Orlanda (10/9 a Dublino). Nella Svezia Emil Holm per Estonia-Svezia (9/9 a Tallinn) e Svezia-Austria (12/9 a Solna).

Nell’Argentina convocato Juan Musso per Argentina-Ecuador (7/9 a Buenos Aires) e Bolivia-Argentina (12/9 a La Paz), valide per le qualificazioni sudamericane al Mondiale 2026. Per le qualificazioni alla Coppa d’Africa nella Nigeria Ademola Lookman per Nigeria-Sao Tome and Principe (10/9 a Uyo). Infine per le qualificazioni all’Europeo U21 nell’Italia U21 Matteo Ruggeri per Lettonia-Italia U21 (8/9 a Jurmala) e Turchia-Italia (12/9 a Sakarya).

Intanto, è stata ufficializzata anche la lista UEFA dell’Atalanta che comprende 17 giocatori liberi (Musso, Toloi, Djimsiti, Palomino, Kolasinac, Hateboer, Bakker, Holm, De Ketelaere, De Roon, Koopmeiners, Pasalic, Ederson, Muriel, Lookman, Miranchuk, Touré), 4 cresciuti in Italia (Zappacosta, Adopo, Scamacca, Carnesecchi), 2 cresciuti nel vivaio (Rossi e Zortea) e 4 Under 22 (Scalvini, Ruggeri, Bonfanti e Palestra).

Gianluca Scamacca lavora con Gasperini a Zingonia ma è in odore di azzurro (credits: atalanta.it)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Semifinale di Europa League a un passo

Eugenio Sorrentino |
17 Aprile 2024
“L’Atalanta gioca in tre competizioni e ci auguriamo che continui ad essere impegnata su tre fronti il mese di maggio”. Non è stato l’incipit di Gi...

La Dea domina e spreca rimontata dal Verona

Eugenio Sorrentino |
15 Aprile 2024
Un punto invece di tre. L’Atalanta spreca quanto di buono fatto nella prima parte di gara, con una prestazione degna di quanto visto a Liverpool in...

Gasperini non cerca alibi ma sprona ad andare a...

Fabrizio Carcano |
15 Aprile 2024
Giocando tante partite ravvicinate qualcosa si lascia per strada, qualche punto si perde per strada. Gian Piero Gasperini non gira intorno ai disco...