Ripresa agonistica con meno spettatori

Federica Sorrentino |

Il mese di gennaio segna la ripartenza del campionato di serie A. Due settimane senza gare ufficiali, con la possibilità per i giocatori di dedicarsi alle rispettive famiglie e riprendere gradualmente ad allenarsi o, in qualche caso, a recuperare dagli infortuni. Sull’attività agonistica pesa ancora incognita dei contagi da Covid-19, tant’è che molte discipline sportive, tra cui basket e volley, sono costrette a fare i conti con rinvii e interruzioni del calendario. A livello calcistico, la serie A temeva che il nuovo anno segnasse l’uscita di scena della Salernitana, salvata in extremis da un imprenditore che produce cultura universitaria a distanza. Tuttavia, le normative introdotte per frenare l’accelerazione dei contagi (i numeri dei positivi al Covid-19 sono sotto gli occhi di tutti) riportano la capienza degli stadi a solo il 50% e degli impianti al coperto al 35%. Un passo indietro che, soprattutto per le società dilettantistiche, rappresenta un problema non da poco. Negli stadi dimezzati rivedremo la disposizione a scacchiera, con presumibile grande lavoro degli steward. Nel mese di gennaio l’Atalanta sarà di scena al Gewiss Stadium tre volte sul totale di cinque partite in programma. Dopo il match dell’Epifania con il Torino, la squadra di Gasperini sarà di scena alla Dacia Arena domenica 9 gennaio con l’Udinese. L’Atalanta è chiamata a disputare gli ottavi di Coppa Italia in casa con il Venezia mercoledì 12 gennaio, un giorno lavorativo, tanto da chiedersi quanti riusciranno non solo a staccare il biglietto per lo stadio, ma anche a seguirla in tv. Nella seconda parte del mese i due appuntamenti sulla carta più impegnativi. Domenica 16 gennaio posticipo serale con l’Inter al Gewiss Stadium, confronto che potrebbe aprire chissà quali scenari se i risultati che lo precederanno saranno confortanti e premianti sotto l’aspetto dei punti in classifica. Infine, prima della nuova sosta di campionato per dare spazio alla Nazionale di Mancini che a marzo cercherà il pass per il Mondiale in Qatar, l’Atalanta scenderà in campo all’Olimpico di Roma con la Lazio sabato 22 gennaio nell’anticipo serale. Non ci sarà tempo di annoiarsi, nell’attesa di vedere all’opera il tanto sospirato rinforzo per il reparto offensivo, l’attaccante di sinistra dal piede destro Boga che diventa l’arma in più per giocare su tre fronti: campionato, Europa League e Coppa Italia.

Gian Piero Gasperini in conferenza stampa a Zingonia (photocredits: atalanta.it)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Felice Gimondi una storia per sempre

Federica Sorrentino |
29 Settembre 2022
Nel giorno in cui Felice Gimondi avrebbe compiuto ottant’anni, il 29 settembre, la natia Sedrina gli dedica una targa in oratorio nel corso di una ...

Sofia Raffaeli nella leggenda della Ritmica

Federica Sorrentino |
14 Settembre 2022
Tante generazioni di giovanissime atlete di ginnastica ritmica si sono ispirate negli anni alle farfalle azzurre, che a cavallo degli ultimi due de...

Bergamo quinta per indice di sportività

Federica Sorrentino |
29 Agosto 2022
Il Sole 24 Ore ha pubblicato la classifica dell’indice di sportività che tiene conto di qualità e diffusione nei capoluoghi e nei rispettivi territ...