Roberto Piccoli ritorno a Bergamo da ex

Fabrizio Carcano |

Da maggio ha segnato cinque gol in serie A, due nel finale dello scorso campionato a Empoli, tre in questa prima metà di stagione con il suo Lecce (dove è in prestito fino a giugno con possibile riscatto per i salentini e contro riscatto per i nerazzurri), che sabato 30 dicembre è atteso al Gewiss Stadium per l’ultimo match dell’anno.

Roberto Piccoli, finalmente lasciato in pace dai tanti infortuni muscolari che lo hanno frenato negli ultimi due anni, è tornato a segnare a raffica come faceva nelle giovanili, quando trascinava la Primavera nerazzurra a due scudetti consecutivi nel 2019 e 2020, e come aveva fatto nella sua prima stagione da professionista con 6 gol in prestito allo Spezia nel 2020-21.

Poi il ritorno a Bergamo con la rete all’esordio appena ventenne che regalò alla Dea il successo sul campo del Torino nell’agosto 2021, e a seguire una serie di infortuni muscolari per il ‘toro’ di Sorisole. Il quale tra un mese compie 23 anni e festeggia cinque anni da professionista: Gasperini lo ha lanciato appena maggiorenne contro l’Empoli nel febbraio 2019, quando veniva definito il nuovo ‘Christian Vieri’. Anche Bobo, che sarebbe diventato poi bomber azzurro, aveva faticato nei primi anni di carriera tra infortuni muscolari e prestiti complicati e a 22 anni, al suo arrivo a Bergamo nell’estate 1995, vantava una sola rete in serie A.

Piccoli è decisamente più avanti, ha già realizzato 12 gol nel massimo campionato con tanti rimpianti per alcuni gol annullati dal Var per questione veramente di centimetri, a dimostrazione di quanto sia efficace in area quando sta bene fisicamente. Dopo l’esplosione con lo Spezia e il passaggio in prima squadra appena ventenne ha faticato a ingranare nei successivi prestiti tra piccoli infortuni muscolari e squadre che cambiavano allenatore e avevano problemi: appena 5 presenze al Genoa, appena 7 al Verona, poi la tappa a Empoli con 13 presenze e la fiammata di due gol nelle ultime giornate.

A Lecce ha trovato continuità, 17 presenze e tre gol, da diverse giornate è il titolare e sabato sarà al centro dell’attacco giallorosso al Gewiss, dove peraltro ha già segnato da ex nel 2021, realizzando nel finale la rete della bandiera dello Spezia in un 3-1 per i nerazzurri.

Intanto, Piccoli viene monitorato da vicino dal ct Luciano Spalletti che potrebbe chiamarlo nel prossimo giro di convocazioni se continuasse a segnare: sarebbe il secondo ‘canterano’ e il secondo bergamasco nell’Italia spallettiana con Giorgio Scalvini, o il terzo se arrivasse l’attesa convocazione anche per Matteo Ruggeri.

Roberto Piccoli dopo il gol segnato al Frosinone (Credits: uslecce.it/gallery – Ph: Anza e Marco Lezzi)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

A 12 anni dal dramma di Morosini, malore in cam...

Federica Sorrentino |
14 Aprile 2024
“Il 14 aprile 2012, a Pescara, veniva tragicamente a mancare Piermario Morosini. Sono già passati dodici anni, eppure sembra ieri… Il tempo scorre ...

AlbinoLeffe con il Renate finisce a reti bianche

Fabio Garghentini |
13 Aprile 2024
Pareggio a reti bianche in casa per l’Albinoleffe contro il Renate. Partita molto combattuta tra le due squadre che hanno preferito non rischiare t...

AlbinoLeffe punito dalla Pro Vercelli in rimonta

Fabio Garghentini |
6 Aprile 2024
Si rompe la striscia di otto risultati utili consecutivi per l’Albinoleffe che esce sconfitta per 3 a 1 dalla trasferta contro la Pro Vercelli. Dop...