Scamacca pronto a firmare il passaggio del turno

Eugenio Sorrentino |

La quarta sfida stagionale tra Atalanta e Sporting Lisbona avrà come teatro il Gewiss Stadium e potrebbe essere proprio questo il valore aggiunto per la squadra di Gasperini. Un concetto richiamato nel corso della conferenza stampa della vigilia della gara di ritorno degli ottavi di finale di Europa League, dove Gasperini ha portato con sé Gianluca Scamacca, quasi a volerlo spronare a mettere ancora la firma su un risultato questa volta pienamente favorevole. Chiamato immediatamente a spiegare se ritiene di avere subito pressioni dall’ambiente nel periodo in cui non è andato in gol, l’attaccante ha risposto che sta attraversando un periodo di crescita e di sentirsi coinvolto nel progetto. Quanto al turnover, Gasperini ha confermato di doverlo adottare alla luce delle tante partite, nin solo ravvicinate ma anche dispendiose, contro squadre di assoluto valore sia in Italia che in Europa. “La gara di ritorno con lo Sporting è particolare, perché deve uscire un vincitore. Si potranno giocare 90 minuti, così come 120 e arrivare ai calci di rigore”. Arrivati al quarto confronto stagionale, c’è spazio per sorprendere l’avversario? “C’è sempre qualche dettaglio su cui si può lavorare – ha risposto Gasperini – E’ chiaro che le squadra si conoscono bene, credo sia molto importante l’attenzione, le giocate favorevoli e gli errori diventano più decisivi”. “Giocare in casa certamente ci spinge a fare di più e meglio – ha aggiunto Scamacca – Il pubblico è il nostro dodicesimo uomo in campo”. Gasperini ha parlato del possibile ritorno tra i pali di Musso, come all’andata, confermando che nella squadra c’è una rosa privilegiata di rigoristi. Un’Atalanta uscita dalla partita pareggiata con la Juve ”ancora più consapevole delle proprie qualità tecniche e mentali”, secondo Scamacca, mentre Gasperini ha avuto la sensazione di una squadra in buone condizioni. “Con lo Sporting sarà importante partire forte, fermo restando che il nostro obiettivo è assolutamente vincere e passare il turno”, ha detto in modo lapidario l’attaccante, che ha segnato già due volte ai portoghesi in questa stagione. Nessun rimpianto per l’esito della partita d’andata, da parte di Gasperini. “Avessimo vinto, godremmo di un vantaggio superiore, però dobbiamo dimenticare la gara precedente e affrontare quella decisiva per la qualificazione ai quarti. Credo che nelle tre partite in cui abbiamo affrontato lo Sporting, molto equilibrate, ci siano stati momenti buoni per l’una e l’altra squadra. In questo match decisivo vogliamo far pesare tutta la nostra volontà di andare avanti in Europa. Ed è ciò che può diventare determinante. Lo Sporting è una squadra che sta portando avanti una stagione molto positiva, è prima in campionato e sogna di rivincerlo dopo tanti anni, ma l’Atalanta e Bergamo hanno le motivazioni giuste per ottenere il risultato sperato”.

L’azione del gol all’1-1 segnato da Scamacca nella gara di andata a Lisbona (credits: atalanta.it)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Padova si conferma bestia nera della U23

Fabrizio Carcano |
13 Aprile 2024
Il Padova si conferma bestia nera per l’Atalanta under23 (in generale in difficoltà con tutte le squadre venete, Vicenza, Arzignano, Legnago e Virt...

La Dea di Liverpool incarna il calcio ben giocato

Federica Sorrentino |
12 Aprile 2024
La voglia di stupire, in casa Atalanta, non è mai mancata. Il mondo del pallone con i suoi osservatori previlegiati dovrebbe esserci abituato e inv...

Atalanta da sogno travolge i Reds

Eugenio Sorrentino |
11 Aprile 2024
L’Atalanta riscrive la storia e replica l’impresa allo stadio Anfield, dove aveva già vinto nella sua seconda annata in Champions League, imponendo...