Simone Moro rinuncia al Manaslu

Federica Sorrentino |

Simone Moro è stato costretto a rinunciare per la quarta volta alla salita invernale al Manaslu. Le copiose e intense nevicate hanno continuato a non concedere tregua alla spedizione partita il primo dicembre dello scorso anno. L’alpinista bergamasco ha affidato ai social le sue riflessioni e i motivi che lo hanno indotto a interrompere il tentativo di scalata all’ottava montagna del mondo, alta 8.163 metri.
«Utilizziamo questo giorno di sole per impacchettare tutto perché già da stasera inizia a nevicare e continuerà poi domani e dopodomani. Il problema è che non si riesce veramente ad andare oltre Campo 1. Fino a Campo 1 si può tranquillamente perché è riparato, ma dopo, quando comincia la scalata vera e propria, il pericolo di valanghe è alto e il vento un vero problema. Se il meteo rimanesse stabile potremmo anche tentare, ma continua a nevicare. Oggi tutti insieme, con gli sherpa, i compagni con cui abbiamo condiviso questa esperienza, abbiamo guardato in faccia la realtà e abbiamo deciso di chiudere qui.
Neanche questo mio quarto tentativo è bastato, e oggi posso dire di aver passato un anno esatto della mia vita qui sul Manaslu.
Condividerò presto altre mie riflessioni su questo mio quarto tentativo di salita invernale al Manaslu».

Simone Moro con i componenti della spedizione sul Manaslu (credits: S. Moro)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Casse per pochi centesimi lontano dal podio in ...

Federico Errante |
18 Febbraio 2024
Finalmente torna la Grande Italia di sci alpino. Dopo il sabato amaro, il superG di Kvitfjell (Norvegia) riporta sul podio Dominik Paris, terzo a p...

Colere un successo la coppa Europa di snowboard...

Federico Errante |
17 Febbraio 2024
Colere, una “due giorni” di snowboardcross da Coppa del Mondo. Anche se si è trattato di Coppa Europa. Il ritorno della competizione co...

Paola Magoni a Selvino 40 anni dopo l’oro di Sa...

Federico Errante |
17 Febbraio 2024
Quarant’ anni fa, come oggi. Un fil rouge univa Sarajevo a Selvino, il 17 febbraio 1984. Paoletta Magoni sbucava dalla nebbia nello slalom ol...