Sporting Lisbona per la Dea sfida affascinante

Federica Sorrentino |

Fiducioso quanto basta, consapevole come sempre della necessità di dovere alzare l’asticella per cogliere un risultato positivo. È questo il Gasperini che si è presentato a Lisbona, alla vigilia del secondo turno del girone D di Europa League. Una città che evoca la partita dei quarti di finale di Champions League, disputata proprio a Lisbona nell’agosto 2020, che vide l’Atalanta in vantaggio sul Paris Saint Germain fino a pochi minuti dal triplice fischio. C’è ancora rammarico per la semifinale sfiorata, il punto più alto della sua gestione tecnica. Per il momento. Gasperini, parlando ai microfoni di SkySport, parla di una sfida accattivante contro una squadra che due anni fa ha vinto il campionato portoghese e quest’anno è ancora primo in classifica, ammettendo che le competizioni europee conservano un fascino particolare. L’Atalanta arriva da un pareggio a reti bianche con la Juve, che le sta particolarmente stretto, e con la porta inviolata da quattro partite. Margini di miglioramento ce ne sono per tutti, anche per un giovane talento come De Ketelaere.

Nella conferenza stampa ufficiale della vigilia, Gasperini ha avuto accanto Marten de Roon. “Lo Sporting è una squadra organizzata in tutti i reparti, rapida e  compatta nel suo insieme, che esprime un calcio molto offensivo – ha esordito l’allenatore – Firmare per un pareggio non è mai possibile, certamente dobbiamo fare al meglio delle nostre possibilità”. Gasperini ha aggiunto che Scamacca è disponibile e recuperato, in grado di giocare dall’inizio o a gara in corso. “Giochiamo in un teatro molto prestigioso con cinquantamila persone, offrire insieme allo Sporting una partita apprezzata dal pubblico sarebbe già un grande traguardo”. “È stato un peccato non giocare in Europa lo scorso anno. È bello vedere tanti tifosi che seguono l’Atalanta – ha affermato de Roon – Siamo contenti di essere a Lisbona, vogliamo fare una bella figura – ha affermato de Roon, il quale ha indicato il Liverpool come squadra favorita per la vittoria finale dell’Europa League. “Ma, come sempre, in Europa può succedere di tutto” – ha concluso l’olandese.

Marten de Roon al momento della partenza per Lisbona (credits: atalanta.it)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Semifinale di Europa League a un passo

Eugenio Sorrentino |
17 Aprile 2024
“L’Atalanta gioca in tre competizioni e ci auguriamo che continui ad essere impegnata su tre fronti il mese di maggio”. Non è stato l’incipit di Gi...

La Dea domina e spreca rimontata dal Verona

Eugenio Sorrentino |
15 Aprile 2024
Un punto invece di tre. L’Atalanta spreca quanto di buono fatto nella prima parte di gara, con una prestazione degna di quanto visto a Liverpool in...

Gasperini non cerca alibi ma sprona ad andare a...

Fabrizio Carcano |
15 Aprile 2024
Giocando tante partite ravvicinate qualcosa si lascia per strada, qualche punto si perde per strada. Gian Piero Gasperini non gira intorno ai disco...