Terzo assalto alla Coppa Italia della Dea di Gasperini

Eugenio Sorrentino |

Tutto pronto per la finale della Coppa Italia allo stadio Olimpico di Roma. Designato Maresca per la direzione di gara, con Marini al Var, affidata prima del fischio d’inizio l’esecuzione dell’inno di Mameli ad una star come Albano, si passa ai preparativi tecnici e tattici con Gian Piero Gasperini che proverà per la terza volta a riportare a Bergamo il trofeo conquistato nel 1963 dall’Atalanta di Pizzaballa e Domenghini. Ritrova come avversario tre anni dopo Juventus che il 19 maggio 2021 vinse il suo ultimo titolo, con in panchina Andrea Pirlo. Nell’aria c’è aria di rivincita, anche perché in campionato l’Atalanta ha saputo mettere alle corde i bianconeri, con Koopmeiners che ha fatto da mattatore nel 2-2 dell’Allianz Stadium. Ogni partita è uguale a sé stessa. Dunque, la squadra di Gasperini è chiamata ad essere quella straripante vista con la Roma, quella concentrata e inesorabile di Liverpool, determinata e trascinante come con il Marsiglia. L’assenza di Scamacca peserà certamente, ma gli attaccanti a disposizione garantiscono una intercambiabilità che poche formazioni possono permettersi. Koopmeiners, Lookman e De Ketelaere sono i candidati titolari per il reparto offensivo, da sciogliere solo il dilemma difensivo tra Scalvini e De Roon, il quale, se nuovamente arretrato, lascerebbe ancora il posto in mediana a Pasalic. Ma questa è una variante che Gasperini si riserva. Tra i reduci della sfida persa tre anni fa ci sono, nelle file dell’Atalanta, De Roon, Pasalic, Djimsiti, Hateboer, Toloi, Miranchuk, che scesero in campo, Ruggeri e il terzo portiere Rossi che restarono in panchina. Nella Juventus giocherà Miretti al posto dello squalificato Locatelli, mentre il recuperato Danilo è destinato ad affiancare in difesa Bremer e Gatti. Allegri dovrebbe partire con Vlahovic e Chiesa. L’ultimo dato sulla vendita dei biglietti nei settori dell’Olimpico riservati ai tifosi bergamaschi indica la presenza di 23mila spettatori pronti a sostenere l’Atalanta nella prima delle due finali di questa straordinaria stagione. Oltre al maxischermo allestito dal Comune nel centro di capoluogo, si moltiplicano i punti di raduno per la visione collettiva della partita Atalanta-Juventus.

Gian Piero Gasperini guida l’Atalanta per la terza volta nella finale di Coppa Italia (Ph: A. Mariani)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Medaglia d'oro Città di Bergamo all'Atalanta

Redazione |
27 Maggio 2024
L’Atalanta Bergamasca Calcio riceverà la medaglia d’oro della Città di Bergamo: la Giunta del Comune di Bergamo ha approvato la delibera che formal...

La Dea batte il Torino e sale al quarto posto

Eugenio Sorrentino |
26 Maggio 2024
L’Atalanta si gode il trionfo di Dublino davanti ai 15mila del Gewiss Stadium, battendo il Torino con tre gol di scarto senza subirne e scavalcando...

Gasperini vede un’Atalanta più brava dei più forti

Fabrizio Carcano |
26 Maggio 2024
L’Atalanta non si ferma più. Vola sulle ali dell’entusiasmo. “Stiamo vivendo un momento di ebbrezza, siamo consapevoli di aver fatto qualcosa di ve...