Tra Lookman e Hojlund il goleador stagionale

Fabio Gennari |

Lookman che ha nel mirino Pasalic (12 gol contro i 14 del croato segnati nella passata stagione) e Hojlund che punta la doppia cifra all’esordio in Serie A: ha segnato 7 gol e vuole arrivare almeno a quota 10. L’attacco dell’Atalanta, molto chiacchierato sia per i momenti in cui, recentemente, non ha avuto continuità che per la grande distribuzione sulla rosa (18 marcatori diversi), ha bisogno di tutti in questo finale di stagione. E ci sono in particolare due giocatori che hanno degli obiettivi molto vicini e decisamente concreti che, se verranno raggiunti e magari superati, potrebbero significare molto per il gruppo di Gian Piero Gasperini. 
Ademola Lookman è fermo a quota 12 gol dal 28 gennaio scorso, il giorno di Atalanta – Sampdoria. Venerdì contro l’Empoli è andato vicino alla rete numero 13 e la sensazione è che il miglioramento sia in corso e che nelle prossime partite potrà davvero trovare ancora la via del gol. Quanti ne riuscirà a segnare nelle ultime partite è tutto da vedere, per raggiungere Pasalic gli mancano giusto due marcature ma la speranza di tutto il popolo nerazzurro è che possa tornare ad avvicinarsi in classifica marcatori al bomber del Napoli Osimhen raggiungendo e superando Martinez che è al secondo posto. 
Il compagno di reparto, anche lui arrivato la scorsa estate, è spesso stato Hojlund e nonostante la giovane età (classe 2003) il danese ha una voglia matta di arrivare almeno a quota 10. Chiedessimo al ragazzo che obiettivo di reti si è prefissato probabilmente non riceveremmo risposta (tipico di chi pensa solo a migliorare senza porsi limiti), scontato tuttavia sottolineare che marchiare la prima stagione in Italia con 10 gol sarebbe davvero un grande risultato. 
Lookman e Hojlund sono i due attaccanti con la possibilità più concreta di far segnare numeri di grande livello, non va dimenticato tuttavia che è impensabile credere ad una Dea che entra in Europa con Zapata, Muriel, Pasalic e Boga fermi alla misera quota di 5 reti. Vero che conta fare gol e non chi ci mette la firma ma il rendimento di un po’ tutti è necessario per scrivere, ancora una volta, la storia. 

Lookman è arrivato a quota 12 reti nella sua prima stagione con la maglia dell’Atalanta (Ph: A. Mariani)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Con il Verona al Gewiss Stadium per riprendere ...

Eugenio Sorrentino |
14 Aprile 2024
Tocca all’Atalanta chiudere il programma del 32° turno di campionato, lunedì 15 aprile alle 20:45, avversario il pericolante Verona, 72 ore prima d...

Padova si conferma bestia nera della U23

Fabrizio Carcano |
13 Aprile 2024
Il Padova si conferma bestia nera per l’Atalanta under23 (in generale in difficoltà con tutte le squadre venete, Vicenza, Arzignano, Legnago e Virt...

La Dea di Liverpool incarna il calcio ben giocato

Federica Sorrentino |
12 Aprile 2024
La voglia di stupire, in casa Atalanta, non è mai mancata. Il mondo del pallone con i suoi osservatori previlegiati dovrebbe esserci abituato e inv...