Tre punti a Malta per Little Italy

Eugenio Sorrentino |

La nazionale italiana incassa i primi tre punti sul cammino che porta alla fase finale dell’Europeo 2024 in Germania. La vittoria su Malta era doverosa ma non è stata esaltante. La chiave di lettura è da cercare nello sguardo a lungo perplesso di Mancini, il quale, dopo la sconfitta con l’Inghilterra, ha rivoluzionato la formazione, senza ottenere le risposte in termini di gioco, ritmo e fluidità. Pochi gli affondo sulle fasce, i successi negli uno contro uno e le verticalizzazioni. Ha sbloccato Retegui, con un colpo di testa su calcio d’angolo di Tonali, ha raddoppiato Pessina con un tocco sotto misura su cross basso di Emerson Palmieri. Risultato deciso nel primo tempo, perché nella ripresa i giornalisti hanno fatto fatica a riempire il taccuino. Giorgio Scalvini, schierato da centrale nella difesa a quattro con accanto Romagnoli, è rimasto in campo 83 minuti prima di essere avvicendato da Rafael Toloi. Lui e Romagnoli sono stati sorpresi all’inizio da un lancio in profondità per Satariano, proprietà del Frosinone e ora in prestito, su cui Donnarumma ha compiuto un miracolo evitando che l’Italia passasse in svantaggio. Nella ripresa una disattenzione seguita da un fallo da tergo è costata a Scalvini il giallo. Per il resto, con Malta apparsa preoccupata di conservare la sconfitta onorevole, Scalvini ha giocato alla maniera da vecchio libero, da ultimo difensore. Per ammissione dello stesso ct, poco da salvare in termini di gioco. Una serata da minimo sindacale.

MALTA-ITALIA 0-2

MALTA (3-5-2): Bonello; Apap (84′ Brown), Borg, Attard (64′ Z. Muscat); J.Mbong, Yankam, Guillaumier, N. Muscat (77′ Dimech), Corbalan; Satariano (64′ Nwoko), Jones (77′ Teuma). CT Marcolini

ITALIA (4-3-3): Donnarumma; Di Lorenzo (46′ Darmian), Scalvini (84′ Toloi), Romagnoli, Emerson; Tonali (66′ Verratti), Cristante, Pessina; Politano, Retegui (66′ Scamacca), Gnonto (22′ Grifo). CT Mancini

Marcatori: pt 15′ Retegui, 27′ Pessina

Ammoniti: Di Lorenzo (I), Scalvini (I)

Giorgio Scalvini in allenamento insieme a Gnonto, costretto a uscire a metà primo tempo per un problema alla caviglia destra (credits: figc.it/mediagallery)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

All’Europeo 2 o forse 3 atalantini in azzurro

Redazione |
15 Maggio 2024
A Euro 2020, disputato un anno dopo a causa della pandemia e vinto dalla Nazionale guidata da Roberto Mancini, furono due gli atalantini a vestire ...

L’incontro con Mattarella alla vigilia della fi...

Redazione |
14 Maggio 2024
Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ricevuto al Quirinale i calciatori, i dirigenti e gli staff tecnici di Atalanta e Juventus, s...

Gasperini e Papu Gomez pace fatta sotto il segn...

Federica Sorrentino |
14 Maggio 2024
Gian Piero Gasperini e Alejandro “Papu” Gomez hanno fatto pace, a tre anni e mezzo di distanza dai contrasti che sfociarono nella parte...