Un campione per amico

Federico Errante |

Una festa per oltre 600 bambini. Tra sport, educazione, cultura ed inclusione. Tutto questo è “Banca Generali Un campione per amico”, l’evento che ha dato colore a Largo Gavazzeni illuminando il Sentierone con il catalizzante entusiasmo degli alunni delle scuole primarie e secondarie di primo grado di Bergamo. Prima sul campo e poi sui rispettivi “campi gara” quattro assi come Adriano Panatta, Francesco “Ciccio” Graziani, Andrea “Lucky” Lucchetta e Martin Castrogiovanni. Tennis, calcio, pallavolo e rugby rappresentate da quattro profili che hanno scritto pagine indelebili e che sono stati “maestri” in una mattinata di festa. “Un ringraziamento a Banca Generali – ha detto l’assessore Loredana Poli – per aver portato questo appuntamento in città e anche al Cus per aver messo a disposizione i suoi istruttori che hanno affiancato nell’attività quattro fuoriclasse dello sport”. Tra un “cesto” e l’altro, cosi Adriano Panatta: “Abbiamo giocato e ci siamo divertiti insieme a tantissimi bimbi. E’ questo lo spirito di Banca Generali Un Campione per Amico, una manifestazione che quest’anno ha raggiunto la sua ventunesima edizione, e che da sempre si contraddistingue per il suo valore inclusivo. Quello che più conta per noi è regalare momenti spensierati ai più giovani, con la collaborazione delle scuole e delle famiglie, agevolando, attraverso lo sport, il contatto umano, trasferendo quei sani valori determinanti per diventare campioni nella vita prima ancora che nella competizione sportiva”. Da canto suo Andrea Lucchetta, uno della Generazione di Fenomeni che ha segnato un’epoca nell’universo del volley è attivo da anni in questo genere di situazioni: “La filosofia del sorriso – sottolinea -, che inizia per “s” esattamente come schiacciata, è ciò che bisogna portare nelle piazze. Per animarle, per proporre lo sport e per permettere di allargare la base in modo tale da consentire, successivamente, alle società, attraverso investimenti oculati, di poter attingere dal territorio”. Tra teoria e pratica, tra foto e autografi di grandi e piccoli, la palestra a cielo aperto nel cuore della città ha dato la possibilità di vivere una giornata speciale, fianco a fianco con i campioni. Nella speranza che il divertimento diventi il traino per incentivare l’attività fisica. Non solo in occasioni estemporanee, ma in una continuità sempre maggiore. Per il presente e per il futuro. Mens sana in corpore sano: nel vero senso della parola. O meglio, della locuzione latina. 

I quattro protagonisti dell’evento promosso da Banca Generali (credits: ufficio stampa Banca Generali – Un campione per amico)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

L’emozione di assistere al trionfo di Liverpool

Fabio Gennari |
12 Aprile 2024
Unbelievable, incredibile. Quando Mario Pasalic ha segnato il gol dello 0-3, ho abbracciato Giacomino (Maier, veterano dei giornalisti sportivi, nd...

TIME|OUT sport festival a tu per tu con i campioni

Giulia Piazzalunga |
8 Aprile 2024
Dieci giorni con una serie di campioni dello sport che hanno lasciato il segno nelle rispettive discipline, rivelandosi esempi di vita. Atleti che ...

Matteo Berrettini, The Hammer sta tornando

Redazione |
6 Aprile 2024
Federico II Gonzaga, Duca di Mantova e Marchese del Monferrato, aveva scelto il ramarro come simbolo di resilienza. A suo tempo, si pensava che que...