Valencia troppo Duro per l’Atalanta

Eugenio Sorrentino |

Stavolta lo stadio Mestalla di Valencia non è terreno di conquista dell’Atalanta che aveva vinto nelle due volte precedenti. La squadra di Gasperini esce sconfitta dal match con gli spagnoli allenati da Rino Gattuso, che portano a casa il Trofeo Naranja grazie a una doppietta di Hugo Duro, uomo partita. A nulla è valso la splendida giocata di Ederson valsa il momentaneo pareggio e che ha compensato una prova generale inferiore alle aspettative. La squadra di Gasperini vista all’opera nei primi 45 minuti non ha certamente soddisfatto, palesando ancora difficoltà a sviluppare gioco in profondità. Poi nella ripresa, trovato il gol di Ederson, frutto di una giocata sontuosa, che ha rispsoto a quello altrettanto bello di Hugo Duro prima dell’intervallo, l’Atalanta ha dato segnali di crescita senza riuscire tuttavia ad attaccare la porta, finendo per subire, nella giostra delle sostituzioni, il raddoppio avversario per il 2-1 finale. Entrambe le uscite internazionali dell’Atalanta si sono chiuse con una sconfitta. Quella con il Valencia, a una settimana dalla prima di campionato con la Sampdoria, ha confermato che la squadra è ancora alla ricerca del ritmo e dell’assetto giusto che nelle stagioni passate le hanno consentito di imporre il proprio gioco e risultare oltremodo prolifica.

La cronaca

Indisponibile Palomino e con Demiral ancora in fase di recupero, con Musso tra i pali, Gasperini sceglie di arretrare De Roon nel reparto difensivo completato da Okoli e capitan Toloi, mentre Scalvini gioca in mediana con Koopmeiners. Hateboer e Maehle occupano le fasce, mentre Ederson gioca alle spalle di Muriel e Zapata.

Per oltre venti minuti è il Valencia a fare la partita, con una fitta rete di scambi a cui l’Atalanta si limita a opporre una efficace interdizione ma solo nella propria trequarti. Accenni di fase offensiva dell’Atalanta maturano nella seconda parte del primo tempo, fruttando solo calci piazzati senza esito.

Prima conclusione a rete dopo 3’ del Valencia con Musah che calcia a lato, seguita al 6’ da quella di Soler con palla rasoterra bloccata da Musso. Dopo una lunga fase di contenimento, al 20’ Samuel Lino scarica il suo sinistro che passa oltre la traversa. A spezzare il digiuno di tentativi offensivi, al 24’, un calcio di punizione da 25 metri di Muriel con pallone che non si abbassa e passa a lato della porta spagnola. Sul fronte opposto rischio per Musso su tocco di Musah e deviazione di Toloi con pallone che si stampa sulla traversa. L’Atalanta torna a concludere a rete alla mezz’ora, ancora su calcio piazzato da posizione decentrata con pallone tagliato di Muriel che passa non lontano dai pali. Al 38’, da una palla persa a centrocampo, si sviluppa un’azione degli spagnoli conclusa da Samuel Lino con un tiro a lato. L’equilibrio viene rotto al 43’ da Hugo Duro con un colpo di tacco sottomisura in anticipo su De Roon, che sorprende Musso e mette in rete.

A inizio ripresa fuori Scalvini e Muriel per fare spazio a Pasalic, che copre la mediana, e Malinovskyi chiamato a supportare Zapata. Al 4’ assist di Castillejo e conclusione di Samuel Lino deviata da Toloi. All’8’ il brasiliano Ederson esce dal limbo, raccoglie un lancio in profondità di Koopmeiners, controllo e dribbling per la conclusione vincente all’incrocio dei pali. Al 19’, dopo aver provato a sorprendere Musso con un gran tiro dalla distanza, Samuel Lino lascia il campo per Foulquier e Vazquez prende il posto di Gaya. Dopo l’uscita di Castillejo per Perez, al 24’ rapida ripartenza del Valencia e intervento decisivo di De Roon che anticipa Thierry al momento della battuta a rete. Alla mezz’ora Zortea subentra a Hateboer, mentre nelle file spagnole Comert lascia il posto a Cristhian. Al 33’ Musso decisivo su Soler, parata con deviazione che precede l’ingresso di Djimsiti, Boga e Miranchuk al posto di Ederson, Toloi e Zapata. Neppure il tempo di trovare il nuovo assetto che al 36’ arriva il nuovo lampo di Hugo Duro, il quale riporta in vantaggio il Valencia firmando la doppietta personale. Al 44’ standing ovation per Hugo Duro, avvicendato da Vallejo, mentre allo scadere Ruggeri subentra a Maehle. L’ultimo tentativo di Boga, al 4’ dei cinque minuti di recupero, si spegne tra le mani del portiere spagnolo.

Valencia-Atalanta 2-1

Valencia (4-2-3-1): Mamardashvili, Thierry, Musah, Hugo Guillamon, Soler, Castillejo (23’ st Fran Perez), Diakhaby, Gaya (19’ st Jesun Vazquez), Samuel Lino (19’ st Foulquier), Hugo Duro, Comert (30’ st Cristhian). A disposizione: Domenech, Rivero, Lato, Racic, Koba Lein, Manu Vallejo, Facu, Yellu, Tiago. Allenatore: Gattuso

Atalanta (3-4-1-2): Musso, De Roon, Okoli, Toloi (34’ st Djimsiti), Hateboer (30’ st Zortea), Scalvini (1’st Pasalic), Koopmeiners, Maehle (45’ st Ruggeri), Ederson (34’ st Boga), Muriel (1’st Malinovskyi), Zapata (34’ st Miranchuk). A disposizione: Sportiello, Rossi, Freuler. Allenatore: Gasperini

Marcatori: pt 43’ Hugo Duro; st 8’ Ederson 36’ Hugo Duro

Ederson, autore del gol del momentaneo pareggio a Valencia (credits: atalanta.it)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

La Dea in Champions prima di volare a Dublino

Eugenio Sorrentino |
18 Maggio 2024
L’Atalanta incassa i tre punti auspicati allo stadio di Via del Mare e si assicura la qualificazione alla prossima Champions League. Per la vittori...

La quarta volta in Champions una carica in più

Fabrizio Carcano |
18 Maggio 2024
L’Atalanta rimanda la festa per la Champions alla prossima settimana. Prima ovviamente c’è la finale di Europa League diventata il vero obiettivo d...

U23 non basta il gol vittoria a Catania

Fabrizio Carcano |
18 Maggio 2024
Non è bastata una grande partita, ed una vittoria per 1-0 a Catania, all’Atalanta under23 per evitare l’eliminazione nel primo turno dei playoff na...