Atalanta in semifinale e Liverpool salva l’onore

Eugenio Sorrentino |

Al Gewiss Stadium, l’Atalanta ha riscritto la sua storia e aggiunto un nuovo, straordinario capitolo a quella del calcio italiano. Vola in semifinale, 36 anni dopo quella disputata con il Malines e il Liverpool salva l’onore, vincendo a Bergamo con un gol di scarto. La squadra di Gasperini va avanti con pieno merito in Europa League, evitando di farsi schiacciare dall’intensità prodotta dagli avversari e smorzandone progressivamente le velleità. A Klopp non è riuscita l’impresa di ribaltare il passivo accusato all’andata, sebbene avesse puntato sull’estro di Salah. L’Atalanta ha creato un baluardo dinamico, gestendo con maturità il vantaggio accumulato in trasferta e completando l’impresa tra le mura amiche. Che il Liverpool sarebbe venuto a fare la sua partita a Bergamo, dopo lo choc dei tre gol al passivo dell’andata, era prevedibile. L’Atalanta ha mostrato coraggio, mantenendo equilibrio e lucidità, soprattutto dopo avere subito un gol dagli undici metri nei primi minuti. Senza l’episodio del calcio di rigore assegnato ai Reds (palla sul braccio di Ruggeri), il primo tempo si sarebbe concluso probabilmente a reti bianche. La squadra di Klopp, abile nel palleggio e pronta all’intercetto ad ogni fraseggio, si è resa pericolosa soprattutto con le verticalizzazioni per i suoi veloci attaccanti nella prima parte di gara. Nel secondo tempo l’Atalanta è cresciuta in gioco e determinazione, arrivando a guadagnare il nuovo traguardo.

LA CRONACA

Gasperini sceglie Miranchuk per affiancare Scamacca, confermando Koopmeiners sulla trequarti. Davanti a Musso giocano Djimsiti, Hien e Kolasinac, in mediana De Roon e Ederson, sulle corsie Zappacosta e Ruggeri. Klopp schiera nel reparto offensivo Salah e Diaz con Gakpo attaccante centrale preferito a Nunez. Recuperato Alisson, che torna a difendere la porta dei Red dopo due mesi.

Le due squadre subito aggressive sui portatori di palla, ma dopo 5’, alla prima sortita offensiva del Liverpool, su cross di Alexander-Arnold, Ruggeri tocca con il braccio in area e l’arbitro assegna il calcio di rigore che, dopo un paio di minuti di verifica del Var, Salah trasforma con un rasoterra secco e preciso nell’angolo alla sinistra di Musso. Colpita a freddo, l’Atalanta prova a riaccendersi e inizia a spingere, ma l’arma del contropiede dei Reds è sempre pericolosa e al 12’ Musso è decisivo nell’uscita sui piedi di Diaz, liberato in area da una sponda di Gakpo. Dopo il primo quarto d’ora di prevalente marca inglese, l’Atalanta prende le misure e al 19’ confeziona la prima azione verso la porta avversaria, con un assist di Scamacca leggermente lungo per Miranchuk, anticipato da Alisson. Il gioco del Liverpool si fa più ragionato, sempre alla ricerca della profondità e con Salah opera a tutto campo, francobollato da Kolasinac. L’Atalanta resta lontana dalla porta di Alisson, che in fase di impostazione funge da playmaker, e rischia quando, sull’ennesima verticalizzazione prodotta dal Liverpool, Salah sfugge alla guardia di Kolasinac e prova a superare Musso con un pallonetto colpendo di esterno e mancando lo specchio della porta. Al 40’ Koopmeiners ruba palla ad Alexander-Arnold sulla linea dei 16 metri, il difensore riesce a recuperare e Alisson allontana in fallo laterale. Nell’azione seguente, Koopmeiners riceve palla e va in gol ma partendo da posizione di fuorigioco. Due minuti dopo, sulla trequarti, Hien ferma con il braccio un lancio di Salah per Diaz. Dopo il difensore atalantino, ammonito anche l’attaccante dei Reds.

La cronaca del secondo tempo si apre al 5’ con un’azione avviata da Scamacca e che vede un tiro di Koopmeiners respinto da un difensore, prima che Alisson abbranchi la conclusione dai 16 metri di Ederson. In breve, però, la squadra di Gasperini torna a coprire gli spazi sotto la pressione del Liverpool, che al 13’ arriva a concludere su palla inattiva con un colpo di testa di Van Dijk facile preda di Musso. Al quarto d’ora l’Atalanta sviluppa una veloce azione sulla fascia destra con Zappacosta che serve Koopmeiners, il cui sinistro rasoterra viene bloccato da Alisson. Poi accende ancora una serie di scintille offensive

Al 20’ Klopp cambia il fronte offensivo, richiamando Diaz e Salah per avvicendarli con Jota e Nunez, e manda in campo Elliott al posto di Szoboszlai. Passano tre minuti e Zappacosta offre a Scamacca un pallone che, calciato di prima intenzione, finisce alto. Al 27’ Gomez subentra ad Alexander-Arnold. Alla mezz’ora Gasperini sostituisce Scamacca e Ederson con De Ketelaere e Pasalic. Poi è la volta di Lookman, che rileva Miranchuk. Il gioco scorre con l’Atalanta che tenta anche di conquistare il pareggio e soprattuto non corre più pericoli. Al triplice fischio esplode l’entusiasmo dei 15mila e l’applauso del capitano dei Red, Van Djik, rivolto alla curva nord all’uscita dal campo è la sintesi migliore di una serata da incorniciare.

Molto dopo la fine della partita, l’Atalanta ha conosciuto il suo avversario in semifinale: il Marsiglia, che ha superato ai rigori il Benfica. Andata il 2 maggio al Velodrome, ritorno il 9 maggio a Bergamo.

ATALANTA- LIVERPOOL 0-1

ATALANTA (3-4-1-2): Musso 7 Djimsiti 7 Hien 6.5 Kolasinac 7 Zappacosta 6.5 De Roon 7 Ederson 7 (30’ st Pasalic 6) Ruggeri 6.5 Koopmeiners 6.5 Scamacca 6.5 (30’ st De Ketelaere 6) Miranchuk 6 (34’ st Lookman sv). A disposizione: Carnesecchi, Rossi, Toloi, Bonfanti, Bakker, Holm, Hateboer, Adopo, Touré. Allenatore: Gasperini

LIVERPOOL (4-3-3): Alisson 6 Alexander-Arnold 6.5 (27’ st Gomez 6) Konaté 6 Van Dijk 6 Robertson 6 (34’ sr Danns sv) Szoboszlai 6 (20’ st Elliott 5.5) Jones 6 Mac Allister 6 Salah 6 (20’ st Jota ) Gakpo 6 Diaz 5.5 (20’ st Nunez 5) . A disposizione: Kelleher, Adrian, Tsimikas, Quansah, Endo, Gravenberch, Clarj. Allenatore: Klopp

Arbitro: Letexier (Fra) 5.5. Assistenti: Mugnier e Rahmouni. IV Uomo: Gaillouste (Fra). Var: Brisard (Fra) AVar: Delajod (Fra).

Marcatori: pt 7’ Salah (rig)

Ammoniti: Hien, Diaz, Koopmeiners, Zappacosta

Recupero: 2, 3

La formazione scesa in campo al Gewiss Stadium nella gara di ritorno dei quarti di Europa League con il Liverpool (Ph: A. Mariani)

Photogallery Atalanta-Liverpool 0-1 (Ph: Alberto Mariani)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Il rientro dell'Atalanta da Dublino tra due ali...

Redazione |
23 Maggio 2024
All’aeroporto di Bergamo, al rientro dell’Atalanta da Dublino, il primo atto della festa, che si preannuncia lunga e partecipata. Nelle prime del p...

La girandola di emozioni dei calciatori dell'At...

Federica Sorrentino |
22 Maggio 2024
Il 22 maggio resterà una data scolpita nell’agenda della vita di ognuno dei calciatori che Gasperini ha forgiato, costruendo una squadra da sogno. ...

L'Europa League all'Atalanta vittoria del merito

Eugenio Sorrentino |
22 Maggio 2024
La sollevano in tre la coppa. Djimsiti, in campo con la fascia di capitano, insieme ai due capitani di lungo corso Toloi e de Roon. Poi passata a G...