Camminata nerazzurra anno sabbatico

Federica Sorrentino |

A giugno 2023, come di consueto, si sarebbe dovuta tenere la quindicesima edizione della Camminata Nerazzurra. La manifestazione, che ha sempre visto una cospicua partecipazione, non ci svolgerà. La camminata non competitiva, che si sviluppa tra le vie della città bassa e della città alta, slitta di un anno e a parlarne con noi è Marino Lazzarini, presidente del Club Amici dell’Atalanta e organizzatore del tradizionale appuntamento di fin stagione.

A cosa si deve la decisione di rinunciare all’edizione di quest’anno della Camminata Nerazzurra?

“Ci sono diversi fattori, di tipo economico, logistico-operativo, di personale, che coinvolgono per tre/quattro mesi all’anno delle persone, delle strutture diventa impegnativo. Si è pensato di rimandarla all’anno prossimo, così da diluire l’organizzazione del tempo e trovare le risorse necessarie per l’evento. Per esempio, il ristoro e il pacco gara contemplano approvvigionamento di merci, le magliette vanno gestite in un determinato modo. Si tratta di una decisione non facile, sofferta, ma doverosa per creare le condizioni di svolgimento ottimali”.

Cosa significa in cuor suo dovere rinunciare a una manifestazione che raccoglie tanto consenso?

“È un grosso tarlo. A malincuore si tratta di rinunciare, anche se sulla carta ad oggi per noi più che una rinuncia è un posticipare. Si tratta di essere consapevoli delle nostre forze”.

Cosa prevedete in alternativa per garantire la continuità delle iniziative di solidarietà?

“Stiamo valutando il da farsi, tenendo sempre presente che il nostro scopo è la beneficienza. La Camminata Nerazzurra è nata sotto questo obiettivo. Naturalmente, ad oggi raccogliamo meno perché le risorse sono minori. Noi non vorremmo che questo accadesse, perché vorremmo aiutare più enti possibili. Bisogna però essere consapevoli dei costi che negli anni sono aumentati. La Camminata non sarà annullata, perché è un emblema della città di Bergamo”.

Qual è il messaggio che sente di indirizzare ai cuori atalantini?

“Ai cuori atalantini dico di tenere in caldo le caviglie, le gambe e le scarpe, che anziché camminare una volta all’anno, lo faranno l’anno prossimo”.

Un’immagine dell’ultima edizione della Camminata Nerazzurra (Ph: Alberto Mariani)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Il rientro dell'Atalanta da Dublino tra due ali...

Redazione |
23 Maggio 2024
All’aeroporto di Bergamo, al rientro dell’Atalanta da Dublino, il primo atto della festa, che si preannuncia lunga e partecipata. Nelle prime del p...

La girandola di emozioni dei calciatori dell'At...

Federica Sorrentino |
22 Maggio 2024
Il 22 maggio resterà una data scolpita nell’agenda della vita di ognuno dei calciatori che Gasperini ha forgiato, costruendo una squadra da sogno. ...

L'Europa League all'Atalanta vittoria del merito

Eugenio Sorrentino |
22 Maggio 2024
La sollevano in tre la coppa. Djimsiti, in campo con la fascia di capitano, insieme ai due capitani di lungo corso Toloi e de Roon. Poi passata a G...