Gasperini loda solo gioco e impegno

Fabrizio Carcano |

L’Atalanta c’è stata, come gioco, come atteggiamento e come impegno. È mancato il risultato, sono mancate le occasioni decisive non concretizzate. È questa, in sintesi, l’analisi di Gian Piero Gasperini dopo la sconfitta casalinga contro il Lecce.

“È mancato realizzare e fare gol. È mancato l’ultimo passaggio, quello decisivo. Ma l’impegno non è mancato e in novanta minuti abbiamo fatto molto. La squadra c’è sempre e ha sempre la sua identità”, osserva un Gasperini ovviamente deluso dal risultato finale. 

“Nel primo tempo ci mancava la gamba giusta con alcuni giocatori e il Lecce recuperava più palloni. Nel secondo tempo – ha precisato il mister atalantino – siamo cresciuti molto, abbiamo alzato il ritmo con tutti giocatori in campo. Purtroppo, quando prendi due gol così, il primo a inizio partita a freddo, il secondo su corner quando stai facendo il massimo sforzo per pareggiare, poi si complica tutto. Quando una partita parte così male… Le partite sono a rischio, se si incanalano bene possiamo fare grandi prestazioni, se si incanalano male possiamo anche perdere”, rileva Gasp.

Che riconosce i meriti di un Lecce che sta disputando un grande campionato.

“Sapevamo che il Lecce poteva fare questo tipo di partita, è una squadra che ha delle potenzialità importanti e lo ha dimostrato: sono stati bravi, hanno recuperato tante palle nel primo tempo, poi loro sono calati e noi nella ripresa avevamo più gamba e più energia”.

Il tecnico nerazzurro ha poi spiegato il perché dei cambi nella ripresa.

“Zappacosta è uscito all’intervallo perché era ammonito, ma comunque lo avrei tolto dopo un po’ perché aveva meno gamba e serviva uno come Soppy, che è arrivato diverse volte vicino all’area: oggi era la partita giusta per lui perché serviva più spinta sulla fascia, è un ragazzo che rappresenta un grande investimento per la società, era partito bene a inizio campionato, per cui era giusto testarlo. Vorlicky? Oggi ha esordito, è un ragazzo che ha perso tanto tempo per gli infortuni, è rimasto fuori a lungo: ma se sta bene e recupererà dai suoi guai può riprendere il percorso interrotto qualche anno fa.”

Chiosa sugli attaccanti.

“Muriel è entrato bene e ha fatto bene: ci stanno mancando i gol di Muriel e Zapata, del resto è impensabile che Hojlund e Lookman giochino 18 partite consecutive…”, ha concluso Gasperini.

La premiazione di Gasperini prima di inizio partita (Ph: A. Mariani)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

La U23 piega la Pro Sesto e blinda il quinto posto

Fabrizio Carcano |
20 Aprile 2024
Dopo aver conquistato i playoff domenica scorsa, con due giornate di anticipo, l’Atalanta under23, nell’ultima gara casalinga di campionato, ha bli...

Europa League e Coppa Italia tutto è possibile

Fabrizio Carcano |
19 Aprile 2024
Davide vestito di nerazzurro sta battendo i giganti Golia delle metropoli del calcio internazionale. L’Atalanta vuole portare la provincia sul tron...

Atalanta in semifinale e Liverpool salva l'onore

Eugenio Sorrentino |
18 Aprile 2024
Al Gewiss Stadium, l’Atalanta ha riscritto la sua storia e aggiunto un nuovo, straordinario capitolo a quella del calcio italiano. Vola in semifina...