Il Grifone resiste e impone il pari

Eugenio Sorrentino |

Un avversario quantomai ostico impone il pareggio all’Atalanta. Il Genoa gioca per non perdere e in un certo qual modo costringe a giocare male, ottenendo comunque il quinto pareggio consecutivo della gestione Blessin. Ma la squadra di Gasperini può ben rammaricarsi per le due chiare occasioni da rete, una per tempo, che le si sono presentate, non riuscendo a sbloccare il risultato ancorato sullo 0-0.

L’Atalanta si presenta con un turnover distribuito nel reparto arretrato, con Sportiello tra i pali e Scalvini accanto a Palomino e Djimsiti, e in mediana, dopo giocano Koopmeiners e Pessina al posto di Freuler e dello squalificato De Roon. Zappacosta e Maehle occupano le fasce, sulla trequarti Pasalic a sostegno di Malinovskyi e Muriel. Genoa con il tradizionale 4-2-3-1. L’allenatore Blessin, alle prese con molte assenze forzate, sceglie come terminale offensivo Yeboah, tenendo Destro in panchina.

Si gioca subito a ritmo alto. Il primo squillo è di Malinovskyi che al 5’ calcia da posizione defilata imprimendo alla palla una traiettoria arcuata a filo di traversa. Al 13’ azione in velocità di Djimsiti che riparte e smista sulla sinistra Muriel, che affonda e si accentra calciando oltre il montante. L’Atalanta tenta di scrollarsi dal gioco frammentato provocato dalla pressione del Genoa e quando si propone in avanti, trova puntualmente lo scoglio dell’ultimo passaggio nei 16 metri. Intorno al 20’ Gasperini abbassa Pasalic in mediana e avanza Pessina sulla trequarti, così come Zappacosta e Maehle si scambiano le fasce. Al 34’ primo lampo del Genoa con una conclusione di Melegoni che Sportiello blocca. Al 37’ Atalanta a un passo dal vantaggio: Pasalic recupera palla sulla trequarti e porge palla in area a Muriel, il cui tiro a giro si stampa sull’esterno del palo. Al 40’ Amiri manda alto un calcio di punizione dalla lunetta, concesso per un fallo di Zappacosta, che nella circostanza viene ammonito e salterà la trasferta di Bologna essendo diffidato. Al 42’ il Genoa ci riprova con Vasquez, senza difficoltà Sportiello, che due minuti dopo rischia in fase di rilancio sulla pressione di Yeboah. Il primo tempo si chiude senza ulteriori sussulti e al rientro dall’intervallo Gasperini sostituisce Maehle con Boga e la squadra di dispone con il 4-2-3-1, speculare all’assetto genoano. La dinamica della partita non cambia e dopo 11 minuti Gasperini avvicenda Malinovskyi e Zappacosta con Toloi e Hateboer ripristinando la difesa a tre. Il Genoa continua a produrre un muro coriaceo, fino a quando  al 18’ Koopmeiners salta l’uomo, entra in area e appoggia a Pasalic, che sull’uscita di Sirigu manda alto sulla traversa. Al 23’ su corner battuto da Muriel, sponda di Pasalic che di testa centra il palo ma in posizione di offside. Alla mezz’ora il Genoa si rende pericoloso con un rasoterra di Destro che passa non lontano dal palo e due minuti dopo Sportiello salva su incursione di Frendrup. Su capovolgimento di fronte va alla conclusione Hateboer, mira centrale che non impensierisce Sigiru. Al 33’ Scalvini lascia il posto a Demiral. Finale con un Genoa coperto, ma non arroccato. Non è fortunato Muriel al 41’ quando la sua conclusione, deviata da un difensore, passa vicino al palo. Nel tempo di recupero in campo Mihaila per Pasalic. Si chiude con un tentativo di testa di Demiral si spegne fuori dallo specchio e un diagonale di Mihaila tra le mani di Sirigu.

ATALANTA-GENOA 0-0

Atalanta (3-4-3): Sportiello 7 Scalvini 6 (33’ st Demiral 6) Palomino 6.5 Djimsiti 6 Zappacosta 5.5 (11’ st Hateboer 6) Koopmeiners 6.5 Pessina 5.5 Maehle 5 (1’ st Boga 5.5) Pasalic 5 (45’ st Mihaila sv) Malinovskyi 5.5 (11’ st Toloi 6)  Muriel 6. A disposizione: Musso, Rossi, Pezzella, Freuler, Cisse. All.: Gasperini.

Genoa (4-2-3-1): Sirigu 6 Maksimovic 6 Ostigard 6 Vasquez 6 Portanova 6 Badelj 5 Frendrup 6 Galdames 6 (42’ st Kallon sv) Amiri 5.5 (28’ st Hernani 5) Melegoni 5.5 Yeboah 5 (25’ st Destro 6). A disposizione: Semper, Marchetti, Masiello, Bani, Calafiori, Ghiglione. All.: Blessin

Arbitro: Abisso 6. Assistenti: Palermo e Margani. IV Uomo: Santoro. Var: Nasca AVar: Valeriani

Ammoniti: Zappacosta, Toloi

Recupero: 0, 4

Muriel e Koopmeiners in campo per tutta la partita con il Genoa (Ph: Alberto Mariani)

Il commento a Atalanta-Genoa a cura di Federica Sorrentino
Ruslan Malinovskyi è stato premiato come miglior calciatore del mese di febbraio (Ph: A. Mariani)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Occhi puntati su Zapata

Fabio Gennari |
23 Settembre 2022
L’Atalanta di Gasperini, dopo la sosta per le Nazionali in cui sono impegnati 12 giocatori della rosa, affronterà a Bergamo la Fiorentina di ...

Atalanta fucina di nazionali

Eugenio Sorrentino |
22 Settembre 2022
C’è il solo Rafael Toloi nella selezione azzurra di Roberto Mancini a rappresentare l’Atalanta. L’italo-brasiliano, campione europeo nel 2021, è ri...

Giorgio Scalvini marchio di qualità

Federica Sorrentino |
21 Settembre 2022
Giorgio Scalvini, 19 anni il prossimo 11 dicembre, è già più di un predestinato. Possiede già, oltre che piedi buoni e struttura fisica, intelligen...