Il talento di Vorlicky pronto a sbocciare

Fabrizio Carcano |

L’Atalanta vuole puntare ancora su Lukas Vorlicky il fragile talento ceco classe 2002, il ‘cristallo di Boemia’, frenato da continui infortuni alle ginocchia. Un ragazzo in cui la Dea crede, in cui anche Gasperini crede. Sei mesi fa la sua storia difficile, con una serie di gravi infortuni dai 17 anni in poi, facendogli praticamente quasi saltare il triennio della Primavera, sembrava avviata verso la fine del tunnel con un lieto fine.

L’esordio in serie A a febbraio nel finale della gara casalinga contro il Lecce, dando un buon contributo offensivo nell’assalto finale, poi uno spezzone a San Siro, nella Scala del calcio, contro il Milan ed una terza presenza contro l’Udinese, prima di un nuovo stop per il fantasista boemo a inizio marzo,per l’ennesimo problema al ginocchio che lo ha costretto, dopo due mesi di terapie tra marzo e maggio, ad un ennesimo intervento chirurgico.

Ora Vorlicky sembra pronto a rientrare. Nei prossimi giorni l’Atalanta lo sottoporrà ad accurati controlli clinici e atletici, prima di decidere se convocarlo o meno per il raduno e il ritorno in Val Seriana. Ma l’intenzione del club e di Gasperini è quella di portare il boemo a Clusone. Per potersi giocare le sue carte in ritiro, nelle amichevoli, in un ruolo dove ci sarà molta concorrenza, compresa quella con il monzese Niccolò Cambiaghi rientrato dal prestito ad Empoli. Vorlicky ha talento, ha voglia, ha carattere, ma deve dare garanzie fisiche. E dovrà poi essere valutata anche quale possa essere la soluzione migliore per un ragazzo giovane ma non giovanissimo, di 21 anni e mezzo (li ha compiuti a gennaio) che finora da professionista ha giocato meno di mezz’ora in tre spezzoni. Praticamente un assoluto debuttante, con un’esperienza da 18enne. Prestarlo altrove, anche all’estero, comporterebbe il rischio di avere poi maggiori difficoltà a seguirlo in caso di ricadute al ginocchio.

Lo scorso anno Vorlicky ha iniziato la stagione da ventenne fuori quota nella Primavera, prima di essere aggregato da novembre alla prima squadra, mentre quest’anno anche per lui ci potrebbe essere l’opzione della seconda squadra under 23 in serie C, anche se la terza serie potrebbe davvero andare stretta per un giocatore con il suo talento.

Vorlicky in azione nei minuti finali del match con il Milan a San Siro (credits: atalanta.it)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

La Dea si regala tre punti a Monza con rischio ...

Eugenio Sorrentino |
21 Aprile 2024
L’Atalanta è tornata corsara a due passi da casa, guadagnando i tre punti che mancavano dal match con il Napoli, ma stavolta a Monza la vittoria, b...

Gasperini sorride alla vittoria pesante per l’E...

Fabrizio Carcano |
21 Aprile 2024
Tre punti pesanti per l’Europa. Gian Piero Gasperini sorride dopo la vittoria per 2-1 a Monza guardando la classifica. “Sono tre punti fondamentali...

La U23 piega la Pro Sesto e blinda il quinto posto

Fabrizio Carcano |
20 Aprile 2024
Dopo aver conquistato i playoff domenica scorsa, con due giornate di anticipo, l’Atalanta under23, nell’ultima gara casalinga di campionato, ha bli...