Manita al Frosinone per rientrare in Zona Champions

Eugenio Sorrentino |

L’Atalanta ha fatto un sol boccone del Frosinone, andando a segno tre volte nel primo quarto d’ora e marcando una netta superiorità per intensità e qualità di gioco, fino ad arrotondare nel finale per una manita che la dice tutta sulla differenza dei valori in campo. La squadra di Di Francesco è stata tramortita e tenuta sotto scacco per tutto il resto della partita. Tre punti che riportano l’Atalanta al quinto posto, a contatto con la zona Champions. Era una partita che la squadra di Gasperini non poteva permettersi di fallire e la determinazione con cui è entrata in campo ha prodotto un vantaggio incolmabile, che ha permesso di giocare in sicurezza senza mai abbassare la guardia. Gasperini è tornato ad affidarsi al blocco visto all’opera all’Olimpico con la Roma e a San Siro in Coppa Italia, ottenendo le risposte attese. Una squadra che si esprime in piena sintonia tra i reparti e ha confermato di sapere cogliere il meglio dalla sua vocazione offensiva, avendo ritrovato perdipiù uomini di fascia all’altezza. Una partita all’insegna del ritmo e della brillantezza, che ha regalato vecchie e nuove certezze. Per Gasperini il tempo è galantuomo.

LA CRONACA

Due novità in casa Atalanta. Gasperini conferma per 10/11 la formazione scesa in campo con il Milan, riproponendo Scamacca titolare. In panchina, prima convocazione per El Bilal Touré. Forfait di Toloi, influenzato. Di Francesco lascia in panchina Kaio Jorge.

La partita vive il primo sussulto dopo 6’, quando Holm scatta in profondita sulla fascia destra e una volta in area viene toccato da Lusuardi. L’arbitro assegna senza esitazione il penalty che Koopmeiners trasforma spiazzando Turati. L’Atalanta impone il suo ritmo e la rapidità di gioco pervenendo al raddoppio al 13’, con Ruggeri che mette la palla all’altezza dell’area piccola dove irrompe Ederson che insacca di prima intenzione. Passa un minuto e De Ketelaere rimpingua il bottino mirando all’incrocio dei pali dove Turati non arriva. La squadra di Gasperini continua a ricamare le sue trame e al 25’, dopo una conclusione ribattuta di Ederson, Scamacca va vicino al gol con colpo di testa angolato che Turati devia in angolo. Carnesecchi, dopo aver gestito con i piedi le fasi di disimpegno, è chiamato ad effettuare la prima parata al 40’ respingendo un tiro di Mazzitelli. Tre cambi nel Frosinone durante l’intervallo, al 9’ Gasperini manda in campo Zappacosta e Hien al posto di Kolasinac e Ruggeri. Esordio per il centrale ex Verona, che gioca con padronanza e personalità. Al 17’ ridisegna l’attacco richiamando Scamacca, rimasto ancora a secco, e De Ketelaere, avvicendandoli con Muriel e Miranchuk. Il colombiano entra subito nel vivo delle azioni, Prima della mezz’ora il russo prova a innescare Holm che non ha inquadrato lo specchio della porta. Entra in campo Pasalic al posto di Ederson e subito dopo Carnesecchi si dimostra sicuro deviando una conclusione di Ghedjemis. A firmare il poker al 39’ è Zappacosta che riceve un coast-to-coast da Holm e infila la porta frusinate nell’angolo più lontano. Allo scadere Holm festeggia con il gol la sua prestazione e Turati in pieno recupero nega questa soddisfazione a Pasalic.

ATALANTA-FROSINONE 5-0

Atalanta (3-4-1-2): Carnesecchi 6.5 Scalvini 6.5 Djimsiti 6.5 Kolašinac 6.5 (9’ st Zappacosta 6.5) Holm 7 de Roon 6.5 Ederson 7 (35’ st Pasalic 6) Ruggeri 6.5 (9’ st Hien 6.5) Koopmeiners 7 Scamacca 6 (17’ st Muriel 6) De Ketelaere 7 (17’ st Miranchuk 6.5). A disposizione: Musso, Rossi, Palomino, Zortea, Bakker, Adopo, Touré. Allenatore: Gian Piero Gasperini.

Frosinone (3-4-2-1): Turati 5 Lusuardi 5 (1’ st Romagnoli 5) Bonifazi 5 Okoli 5 Lirola 5 (1’ st Ghedjemis 5.5) Mazzitelli 5.5 (30’ st Bourabia 5) Barrenechea 5 Brescianini 5 Soulé 4.5 (40’ st Ibrahimovic sv) Harroui 5 (1’ st Gelli 5) Cheddira 5. A disposizione: Cerofolini, Palmisani, Kaio, Caso, Reinier, Garritano, Kvernadze,. Allenatore: Di Francesco.

Arbitro: Prontera 6.5. Assistenti: Di Iorio e Ricciardi. IV ufficiale: Di Marco. V.A.R.: Irrati, A.V.A.R. Meraviglia.

Marcatori: pt 8’ Koopmeiners (rig) 13’ Ederson 14’ De Ketelaere; st 39’ Zappacosta 45’ Holm

Ammoniti: Romagnoli

Recupero: 3, 3

Holm ha festeggiato la sua ottima prestazione con il primo gol con la maglia dell’Atalanta (Ph: A. Mariani)

Photogallery Atalanta-Frosinone 5-0 (Ph: Alberto Mariani)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Padova si conferma bestia nera della U23

Fabrizio Carcano |
13 Aprile 2024
Il Padova si conferma bestia nera per l’Atalanta under23 (in generale in difficoltà con tutte le squadre venete, Vicenza, Arzignano, Legnago e Virt...

La Dea di Liverpool incarna il calcio ben giocato

Federica Sorrentino |
12 Aprile 2024
La voglia di stupire, in casa Atalanta, non è mai mancata. Il mondo del pallone con i suoi osservatori previlegiati dovrebbe esserci abituato e inv...

Atalanta da sogno travolge i Reds

Eugenio Sorrentino |
11 Aprile 2024
L’Atalanta riscrive la storia e replica l’impresa allo stadio Anfield, dove aveva già vinto nella sua seconda annata in Champions League, imponendo...