Roma ko con le magie di CDK e Champions ipotecata

Eugenio Sorrentino |

L’Atalanta conquista tre punti pesanti con la Roma che consentono di ipotecare la qualificazione alla prossima Champions League. Una vittoria ottenuta dominando i primi due terzi di gara, schiacciando letteralmente la squadra giallorossa che, sotto di due gol al 20’, avrebbe potuto capitolare a più riprese, salvata solo dall’imprecisione dei tiri verso la porta di Svilar. Invece, il primo episodio d’attacco ha causato il penalty che la Roma ha trasformato senza riuscire a fare altro, mentre l’Atalanta ha continuato ad inanellare occasioni da rete. Il risultato si è cristallizzato sul 2-1 e nell’ultima quasi mezz’ora di gioco i nerazzurri hanno difeso il vantaggio, mancando ripetutamente di arrotondarlo.

Sarebbe bastato riassumere i primi 60 minuti per disegnare il volto di una partita a senso unico, che l’Atalanta ha interpretato con lucidità, come ormai bene le riesce da quando ha preso a centrare uno dopo l’altro gli obiettivi da raggiungere. Dopo avere acquisito il doppio vantaggio con un incontenibile De Ketelaere, l’Atalanta ha coperto il campo in lungo e in largo. Rispetto ai giallorossi, che si sono limitati a cercare con lanci lunghi Lukaku ben controllato da Hien inesorabile, la squadra di Gasperini ha dimostrato di ritrovarsi a memoria, coprire gli spazi grazie a un dinamismo ragionato e mai improvvisato, arrivando sempre per prima sulle seconde palle e sostenendo senza soluzione di continuità la fase offensiva. Il taccuino si è riempito di racconti di gol mancati da parte dell’Atalanta che avrebbe meritato di uscire dal Gewiss Stadium con un punteggio più largo.

LA CRONACA

Gasperini smentisce le previsioni di turnover e mette in campo quelli che hanno giocato di più, eccezion fatta per la fascia destra dove schiera Hateboer con la conferma di Ruggeri sulla corsia opposta. De Roon ancora arretrato in difesa, accanto a Hien e Djimsiti, con Scalvini in panchina dove torna a sedersi Toloi. Pasalic e Ederson la coppia mediana, Koopmeiners alle spalle di De Ketelaere e Scamacca. De Rossi, che deve rinunciare a Dybala infortunato, schiera in attacco Baldanzi, Lukaku e El Shaarawy.

Atalanta subito in pressing alto e vicina al gol del vantaggio dopo tre minuti sugli sviluppi di due calci d’angolo consecutivi. Nella prima occasione Svilar respinge sulla linea di porta il pallone toccato di testa da Scamacca e sporcato da Ndicka, nella seconda Djimsiti colpisce sempre di testa senza inquadrare la porta. Allo scadere dei successivi 15 minuti, dopo quello che potrebbe definirsi un lungo lavoro ai fianchi delle maglie giallorossi, la squadra di Gasperini passa in vantaggio con De Ketelaere che riceve in verticalizzazione sulla sinistra da Scamacca, aggira Mancini e insacca nell’angolo più lontano.

Al 20’ il raddoppio dell’attaccante belga che finalizza un’azione avviata da Scamacca con un lancio in area per Koopmeiners, da cui riceve un preciso assist per mettere comodamente in rete. Con in tasca il doppio vantaggio, l’Atalanta detta il gioco e continua ad attaccare con De Ketelaere che, ispirato come non mai, al 37’ prima sfiora il palo dopo una combinazione con Scamacca e poi costringe Svilar a superarsi per non capitolare di nuovo. Il portiere giallorosso si ripete un minuto dopo su colpo di testa di Hateboer che stava per beffarlo nell’angolo basso. Terzo gol sfiorato al 43’ su calcio di punizione dal limite di Koopmeiners che si stampa sul palo a portiere battuto e ancora nel minuto di recupero del primo tempo con un rasoterra a giro di Pasalic che fa letteralmente la barba al palo.

Dopo l’intervallo, De Rossi manda in campo Abraham e Bove al posto di Baldanzi e Paredes. Ma è sempre l’Atalanta ad attaccare arrivando alla conclusione al 5’ con Scamacca che di testa manda alto sulla traversa. Al 7’ ci prova Ederson, ma troppo debolmente, su assist di Scamacca che dopo trenta secondi sfiora il palo con una bomba di destro da 20 metri. Al 12’ finisce la partita di Scamacca, avvicendato da Tourè. Escono pure Ruggeri e De Ketelaere per fare posto a Zappacosta e Lookman, che alla prima azione sfiora il palo con un rasoterra diagonale. Gli fa il verso al quarto d’ora De Roon, che dopo un break a centrocampo e s’invola mancando il bersaglio di centimetri. La fase offensiva dell’Atalanta assume i contorni di vero e proprio assedio con la Roma in bambola. Al 17’ Pasalic scambia stretto con Lookman e Svilar si salva alzando oltre la traversa. Dopo tante occasioni mancate, il colpo di scena arriva al 20’ quando Abraham in area entra in contrasto con De Roon. L’arbitro ravvisa gli estremi del calcio di rigore che Pellegrini trasforma nonostante Carnesecchi intuisca la traiettoria del pallone. Tornata in partita, la Roma si ricarica ritrovando smalto. Alla mezz’ora Gasperini richiama Pasalic per inserire Scalvini, ma Carnesecchi è decisivo al 32’ quando vola alla sua destra per deviare un colpo angolato di Pellegrini e ancora al 38’ bloccando una conclusione secca di Lukaku.

Al 41’ escono Cristante e Kristensen per Joao Costa e Azmoun. Al 43’ contromossa di Gasperini che sostituisce Ederson con Miranchuk. Al 1’ dal 90’ potrebbe chiuderla Koopmeiners ma il suo sinistro è ancora una volta a fil di palo. E così fa pure Miranchuk allo scadere del tempo regolamentare. Ancora più clamoroso l’errore di Koopmeiners a porta vuota nel secondo dei 4 minuti di recupero. E’ mancato solo il sigillo, ma l’entusiasmo è alle stelle.

ATALANTA-ROMA 2-1

ATALANTA (3-4-2-1): Carnesecchi 7 De Roon 6.5 Hien 7 Djimsiti 6.5 Hateboer 6.5 Pasalic 7 (30’ st Scalvini 6) Ederson 7 (43’ st Miranchuk sv) Ruggeri 6.5 (12’ st Zappacosta 6.5) Koopmeiners 7 De Ketelaere 8.5 (12’ st Lookman 6.5) Scamacca 7 (12’ st Touré 6.5). A disposizione: Musso, Rossi, Toloi, Scalvini, Bonfanti, Palestra, Bakker, Adopo, Comi. Allenatore: Gasperini

ROMA (4-3-3): Svilar 5 Kristensen 6 (41’ st Azmoun sv) Mancini 4.5 Ndicka 5 Angelino 5 Cristante 5 (41’ st Joao Costa sv) Paredes 5 (1’ st Bove 5.5) Pellegrini 6 Baldanzi 4.5 (1’ st Abraham 6) Lukaku 5 El Shaarawy 5.5. A disposizione: Rui Patricio, Boer, Karsdorp, Smalling, Celik, Huijsen, Zalewski, Aouar, Pisilli. Allenatore: De Rossi

Arbitro: Guida 5.5 Assistenti: Merli e Berti. IV Uomo: Feliciani. Var: Abisso. A Var: Di Pardo

Marcatori: pt 18’ e 20’ De Ketelaere; st 20’ Pellegrini (rig)

Ammoniti: Ndicka, Koopmeiners, Gasperini

Recupero: 1, 4

La doppietta di De Ketelaere ha deciso il match con la Roma (Ph: Alberto Mariani)

Photogallery Atalanta-Roma 2-1 (Ph: A. Mariani)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

La Dea in Champions prima di volare a Dublino

Eugenio Sorrentino |
18 Maggio 2024
L’Atalanta incassa i tre punti auspicati allo stadio di Via del Mare e si assicura la qualificazione alla prossima Champions League. Per la vittori...

La quarta volta in Champions una carica in più

Fabrizio Carcano |
18 Maggio 2024
L’Atalanta rimanda la festa per la Champions alla prossima settimana. Prima ovviamente c’è la finale di Europa League diventata il vero obiettivo d...

U23 non basta il gol vittoria a Catania

Fabrizio Carcano |
18 Maggio 2024
Non è bastata una grande partita, ed una vittoria per 1-0 a Catania, all’Atalanta under23 per evitare l’eliminazione nel primo turno dei playoff na...