Semaforo rosso al Var

Eugenio Sorrentino |

L’Atalanta perde l’imbattibilità esterna, cadendo a Firenze con un gol di Piatek ma rammaricandosi ancora una volta per la decisione di arbitro e Var che hanno annullato il gol del pareggio di Malinovskyi per un fuorigioco giudicato attivo di Hateboer. Episodio che ha lasciato non pochi dubbi, finendo per incidere sulla partita, anche perché le proteste che ne sono seguite hanno comportato l’espulsione di Gian Piero Gasperini. Partita decisa dai due episodi capitati nel secondo tempo, dopo che i primi 45’ hanno visto l’Atalanta marcare appena il 40% di possesso palla. Inusuale per la squadra di Gasperini, ma riflesso di un processo di adattamento in campo dovuto alla indisponibilità di giocatori chiave. All’allenatore è stato chiesto apertamente di fare miracoli, ma non è detto che sempre riesca. Koopmeiners avrebbe potuto trovare il jolly nel primo tempo, invece lo ha pescato Piatek in apertura di ripresa nell’unica circostanza in cui ha potuto scostarsi da Demiral. L’immediata trasformazione dell’assetto decisa da Gasperini dopo lo 0-1, con l’ingresso di Pessina e Pasalic per dare manforte a Malinovskyi e a Boga, la cui luce in verità non si è mai accesa, ha permesso di costruire l’azione del pareggio con gol annullato all’ucraino. Nell’ultima mezz’ora l’Atalanta non è più riuscita ad attaccare la profondità ed è maturato così il primo stop lontano da Bergamo. Nel computo, oltre alla battuta d’arresto, anche l’assenza nel prossimo turno di due difensori, Demiral e Djimsiti che saranno squalificati, in aggiunta all’infortunato Palomino.

La cronaca

Scelte obbligate per Gasperini, che sceglie di schierare nel reparto avanzato Koopmeiners con Malinovksyi e Boga. Mediana con De Roon e Freuler, esterni Hateboer e Zappacosta. Toloi, Demiral e Djimsiti presidiano la difesa, con Musso tra i pali. In assenza di Zapata, Muriel, Miranchuk e Ilicic, Gasperini rimpingua la rosa dei convocati con il Primavera attaccante De Nipoti, fatto esordire a Roma con la Lazio. Fiorentina con il 4-3-3, con Sottil, Piatek e Gonzalez tridente offensivo, Bonaventura, Torreira e Castrovilli sull’asse di centrocampo.

L’Atalanta inizia con il baricentro basso, costringendo Gasperini a dettare ripetutamente un cambio di atteggiamento per evitare di restare schiacciati. Nel primo quarto d’ora scatta anche il primo cartellino giallo ed è pesante perché viene mostrato a Djimsiti, diffidato. Al 20’ la Fiorentina costruisce la prima occasione da rete con spunto di Sottil che dalla linea di fondo serve al centro pescando Gonzalez, il cui colpo di testa trova Musso ben piazzato. L’Atalanta fatica a risalire ed è piuttosto votata al contenimento. Al 27’ Malinovskyi si procura un calcio di punizione da posizione defilata, ma l’esecuzione di Koopmeiners è diretta a centro area e l’azione sfuma. Dopo la mezz’ora la squadra di Gasperini comincia ad aprire gli spazi e a proporsi in avanti. Clamorosa l’occasione che al 33’ capita sui piedi di Koopmeiners, liberato in profondità da Malinovskyi, ma ipnotizzato da Dragowski che ne respinge la conclusione in uscita. Al 38’ Torreira è costretto a uscire, sostituito da Amrabat. Un minuto dopo Musso si allunga e devia in angolo un tiro in diagonale di Sottil. Al 43’ ancora una imbucata in area per Koopmeiners, servito da Boga, ma l’olandese viene anticipato dai difensori viola che si rifugiano in angolo. Prima dell’intervallo, giallo anche a Malinovskyi e Demiral. Anche il turco era diffidato e salterà la prossima partita di campionato insieme a Djimsiti.

Il secondo tempo si apre con una veloce ripartenza della Fiorentina, alla conclusione con Castrovilli che mira troppo alto da posizione favorevole. L’Atalanta risponde al 10’ con un inserimento di Zappacosta che, lanciato da Boga, non trova compagni in area. Nel giro di un minuto la Fiorentina passa in vantaggio con un affondo sulla destra e assist di Gonzalez per Piatek, che batte di prima intenzione e insacca alla destra di Musso. Una doccia fredda a cui Gasperini reagisce operando un triplo cambio. Al 13’ escono Zappacosta, Djimsiti e Freuler per fare posto a Pasalic, Pessina e Pezzella, che fa a occupare l’esterno sinistro. De Roon arretra, Pasalic assume il ruolo di falso nueve, mentre Pessina si posiziona in mediana. Ci prova subito Koopmeiners, ma la sua conclusione trova l’opposizione di Milenkovic. Al 16’ Malinovskyi scatta in profondità e pareggia. Gol annullato da Doveri e check del Var. Decisione confermata. Punita la posizione di Hateboer, considerato in fuorigioco attivo, perché l’ucraino arrivava da dietro. Gasperini non ci sta, protesta e viene allontanato dall’arbitro, il quale si è affidato al Var senza recarsi a visionare l’azione prima di prendere la decisione definitiva. Poi, nuova altalena di cambi. Al 21’ Duncan e Martinez Quarta avvicendano Castrovilli e Milenkovic; alla mezz’ora fuori Biraghi e Bonaventura, dentro Terzic e Maleh. Nell’Atalanta esce Toloi per fare posto a Scalvini. Al 36’ il secondo Gritti richiama uno spento Boga per inserite Mihaila. L’Atalanta però non riesce a trovare spazi e occorre attendere il primo dei cinque minuti di recupero per assistere a un cross di Pezzella e un colpo di testa alto di Demiral, in posizione avanzata nel finale di partita. Ci prova anche Malinovskyi ma il sinistro è debole e fuori dallo specchio della porta. Prima sconfitta dell’Atalanta lontano da Bergamo. Inevitabili le polemiche, ma necessarie anche le riflessioni sull’organico.

FIORENTINA-ATALANTA 1-0

Fiorentina (4-3-3): Dragowski 6.5 Odriozola 6.5 Milenkovic 6.5 (21’ st Martinez Quarta 6) Igor 6.5 Biraghi 6 (30’ st Terzic 6) Bonaventura 6,5 (30’ st Maleh 6) Torreira 6 (38’ pt Amrabat 6) Castrovilli 6 (21’ st Duncan 6) Sottil 6 Piatek 7 Gonzalez 7. A disposizione: Rosati, Nastasic, Venuti, Saponara, Ikonè, Cabral, Callejon. Allenatore. Italiano

Atalanta (3-4-1-2): Musso 6 Toloi 6 (31’ st Scalvini 6) Demiral 6 Djimsiti 6 (13’ st Pessina 6) Hateboer 6 De Roon 5.5 Freuler 5.5 ( 13’ st Pasalic 5.5) Zappacosta 5.5 (13’ st Pezzella 5.5) Koopmeiners 6 Malinovskyi 6 Boga 5 (36’ st Mihaila 5). A disposizione: Sportiello, Rossi, Maehle, De Nipoti. Allenatore: Gasperini

Arbitro: Doveri 5 Assistenti: Costanzo e Passeri. IV Uomo: Meraviglia Var: Banti AVar Liberti

Marcatori: st 11’ Piatek

Ammoniti: Djimsiti, Milenkovic, Malinovskyi, Amrabat, Toloi. Al 18’ st espulso Gasperini

Recupero: 2, 5

Gian Piero Gasperini in panchina a Firenze (Ph: Alberto Mariani)

Il commento a Fiorentina-Atalanta a cura di Federica Sorrentino

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Musso un grande avvenire dietro le spalle

Fabrizio Carcano |
6 Febbraio 2023
Eccolo Juan Agustin Musso il para tutto. Quello ammirato durante i tre anni in crescendo a Udine e visto solo a sprazzi in un anno e mezzo a Bergam...

Atalanta ridotta in 10 e sconfitta al Mapei Sta...

Eugenio Sorrentino |
4 Febbraio 2023
Trasferta amara per l’Atalanta, che perde di misura con il Sassuolo dopo essere rimasta in dieci per una espulsione frutto della revisione del giud...

Il DG Marino rivede i fantasmi della passata st...

Fabio Gennari |
4 Febbraio 2023
È arrabbiata, l’Atalanta. Dopo la sconfitta per 1-0 sul campo del Sassuolo il tecnico Gasperini non ha parlato in conferenza stampa e al suo ...